Me

Esplosione in una raffineria Eni nel Pavese: non ci sono feriti

La deflagrazione è avvenuta alle 6,35 per motivi ancora da chiarire

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 17 Set. 2019 alle 09:22 Aggiornato il 17 Set. 2019 alle 09:35
Immagine di copertina

Esplosione in una raffineria Eni nel Pavese: non ci sono feriti

Un’esplosione si è verificata all’interno della raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi, nel Pavese, senza provocare feriti.

Secondo quanto ricostruito, la deflagrazione è avvenuta alle 6,35 di martedì 17 settembre.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, le forze di polizia e i tecnici dell’Ats per monitorare la qualità dell’aria: subito dopo l’esplosione, infatti, si è alzata una colonna di fumo visibile da diverse parti della città.

L’allarme, comunque, è rientrato dopo pochi minuti e la situazione sembra essere sotto controllo.

A confermarlo è il comune attraverso un comunicato pubblicato sul sito: “Alle ore 6,35 circa, sì è sentito un forte boato in Raffineria. Abbiamo attivato le procedure interne comunali (PEC). È stato attivato l’allarme interno ENI e ora sta rientrando. Nessun ferito, tutto sotto controllo. Vi terremo aggiornati”.

La deflagrazione e il successivo incendio si sono sviluppati nell’isola 7 della raffineria, che comunque non era in attività a causa di un intervento di manutenzione, già programmato da tempo.

Da chiarire le cause che hanno provocato l’incendio, che comunque è stato domato in breve tempo da vigili del fuoco.

Incidenti sul lavoro: 4 operai morti in un’azienda agricola nel Pavese