Covid ultime 24h
casi +13.571
deceduti +524
tamponi +279.762
terapie intensive -26

Eruzione Stromboli: il video dell’esplosione girato dal sopravvissuto

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 5 Lug. 2019 alle 21:16 Aggiornato il 5 Lug. 2019 alle 21:16
0

Eruzione Stromboli: il video dell’esplosione girato dal sopravvissuto | Video

È strato diffuso nella giornata di venerdì 5 luglio l’incredibile video che mostra l’esplosione, che mercoledì 3 luglio ha dato il via all’eruzione del vulcano di Stromboli, realizzato dal turista brasiliano Thiago Takeuti, sopravvissuto al drammatico disastro naturale, e amico dell’unica vittima dell’eruzione.

Stromboli: violente esplosioni dal cratere del vulcano. Recuperato il corpo dell’escursionista morto

Il filmato inizia con una panoramica del mare, realizzata dalla sommità del vulcano, quando un boato fa alzare lo sguardo e la camera a Thiago. Quello che si vede subito dopo è incredibile: un’immensa colonna di fumo e lapilli di fuoco che violentemente fuoriescono dal cratere del vulcano.

Il video si interrompe poco dopo, nel momento in cui Thiago e il suo amico Massimo Imbesi, escursionista trentacinquenne di Milazzo, tentano di scappare.

Come è noto proprio nel tentativo di fuga, il ragazzo siciliano avrà la peggio, morendo, molto probabilmente, proprio per gli effetti di una caduta durante la discesa.

Stromboli: foto e video dell’eruzione vulcanica avvenuta sull’isola

Già nella giornata di giovedì 4 luglio, era stato diffuso un video, che mostrava il momento dell’esplosione da una barca.

Intanto, dopo il grande spavento per quelle che, secondo il direttore dell’Osservatorio Etneo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia “sono state tra le esplosioni più forti mai registrate”, la situazione a Stromboli sembra essere tornata alla normalità.
 

Molti turisti hanno scelto di abbandonare l’isola, ma sono numerosi quelli che hanno scelto di restare sull’isola siciliana per proseguire le vacanze.

Il vulcano resta comunque sorvegliato, mentre il sindaco di Lipari Marco Giorgianni ha disposto, per precauzione, il divieto di escursione sul vulcano.

Anche la prefettura di Messina ha fatto sapere che resta uno stato di preallerta, ma che non vi sono situazioni che possono indurre a un’evacuazione dell’isola, così come era stato paventato nell’immediatezza del disastro.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.