Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:49
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Veronica, uccisa dal virus dell’herpes a 32 anni

Immagine di copertina
Veronica

Aveva solo 32 anni Veronica Costantini e a portarla via è stato il virus dell’herpes. Il fatto drammatico è avvenuto sabato 6 aprile, nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Santo Spirito di Pescara.

A uccidere Veronica è stata la conseguenza di una encefalite erpetica, come emerso dall’autopsia. Il pm Andrea Papalia ha aperto un fascicolo sulla vicenda e nel registro degli indagati sono stati iscritti quattro medici dell’ospedale di Pescara. L’ipotesi di reato è quella di omicidio colposo.

Il virus da herpes che colpisce tantissime persone per Veronica è stato letale: ha intaccato l’encefalo e ha portato a una encefalite che i medici non sono stati in grado di diagnosticare subito. Ora sul corpo senza vita della giovane mamma sono stati effettuati dei prelievi per capire se Veronica avrebbe potuto salvarsi. I risultati saranno pronti tra due mesi.

Intanto la famiglia della donna ha presentato un esposto alla procura per capire se ci sono state delle responsabilità da parte dei medici. Con una “corretta diagnosi, facilmente riscontrabile” forse Veronica sarebbe ancora viva, ripetono i suoi familiari.

La donna ha iniziato ad accusare i sintomi della malattia il primo aprile. Il marito e i genitori di Veronica si sono decisi a chiamare i soccorsi del 118 quando hanno visto la donna in uno strano stato confusionale.

La corsa in ospedale e poi le analisi, che, però, non hanno diagnosticato la vera causa della malattia di Veronica, che nel giro di pochi giorni è peggiorata. Il 4 aprile le condizioni di salute della donna sono precipitate. Ancora un’altra corsa in ospedale, dove è stata ricoverata prima nel reparto di Malattie Infettive e poi in quello di Psichiatria. Ancora una diagnosi sbagliata, ancora un errore che ha ritardato i trattamenti medici.

Nel reparto di Psichiatria, quando la situazione era ormai al limite, i medici hanno deciso di trasferire la donna in Rianimazione, dove le è stata diagnosticata l’encefalite. Solo qualche ora dopo, Veronica è morta in quel letto di ospedale. A casa, ad aspettarla, le sue due bambine di 9 e 3 anni.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Gubbio, esplosione in un capannone: un morto. Una donna è dispersa ma viva
Cronaca / La nave libica che ha sparato al peschereccio italiano era stata donata dall’Italia a Tripoli
Cronaca / Covid, 10.554 casi e 207 morti nell'ultimo giorno
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Gubbio, esplosione in un capannone: un morto. Una donna è dispersa ma viva
Cronaca / La nave libica che ha sparato al peschereccio italiano era stata donata dall’Italia a Tripoli
Cronaca / Covid, 10.554 casi e 207 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Parma: operaio muore schiacciato da un contenitore di mangimi
Cronaca / Caso Cucchi, carabinieri condannati in appello a 13 anni
Costume / Cannabis gratis a domicilio: il rider che la distribuisce a chi ha un reddito basso
Cronaca / Milano, 12enne violentata e minacciata da un 20enne conosciuto su Instagram
Cronaca / Riccione, preside vieta i tacchi a scuola: “Troppe cadute, vogliamo tutelarci”
Cronaca / Il calendario della riaperture delle spiagge, regione per regione
Cronaca / Nel 2020 in Italia 96mila madri hanno perso il lavoro