Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:40
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Donna uccisa nel bresciano, confessa il vicino di casa. La vittima riconosciuta dai tatuaggi: è l’attrice hard Carol Maltesi

Immagine di copertina
I carabinieri sul luogo dove è stato rinvenuto il cadavere di Carol Maltesi, Borno (Paline), 21 Marzo 2022. Credit: Ansa/ Filippo Venezia

Donna uccisa nel bresciano, confessa il vicino di casa. La vittima riconosciuta dai tatuaggi: è l’attrice hard Carol Maltesi

È stato arrestato il presunto responsabile dell’omicidio della donna trovata nel bresciano una settimana fa. Durante un interrogatorio la scorsa notte, l’uomo ha confessato l’uccisione di Carol Maltesi, milanese nota nel mondo dell’hard con il nome d’arte di Charlotte Angie. L’omicidio della donna, il cui corpo è stato trovato a pezzi e ai piedi di un dirupo, sarebbe avvenuto a gennaio scorso. Dalle indagini dei carabinieri era emerso che lo scorso 20 marzo l’auto intestata a Carol Maltesi era transitata, proprio in territorio di Borno, condotta da un uomo. Ieri il 43enne, amico e vicino di casa della vittima, si è presentato ai carabinieri per fornire informazioni sulla donna scomparsa e ha offerto ai carabinieri una versione contraddetta “dalle emergenze investigative fino a quel momento acquisite”, secondo gli inquirenti.

Il magistrato e i carabinieri, che nel frattempo avevano raccolto elementi che collocavano l’uomo in territorio di Borno la mattina di domenica 20, lo hanno sottoposto ad una serie di contestazioni, anche in sede di interrogatorio, nel corso della notte alla presenza del difensore.

L’uomo alla fine ha deciso di confessare l’omicidio e l’occultamento del cadavere, riposto prima in un congelatore nella casa della stessa vittima e poi, una volta fatto a pezzi, gettandolo nel dirupo di montagna. È accusato di omicidio volontario aggravato, distruzione e occultamento di cadavere.

A portare al riconoscimento della vittima era stata una segnalazione di un fan dell’attrice, che aveva riconosciuto i tatuaggi citati nell’elenco diffuso dalla procura di Brescia. L’uomo ha contattato la redazione del quotidiano online bsnews.it, sottolineando che le pagine pubbliche e private di Charlotte Angie non erano aggiornate da un paio di settimane. L’attrice si sarebbe dovuta esibire in un locale di lap dance e spogliarelli di corso Buenos Aires nel fine settimana tra l’11 e il 13 marzo, ma non si era mai presentata.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 27.162 casi e 62 morti: tasso di positività al 13,95%
Cronaca / Milano, barista 18enne pedinata e molestata: il padre raggiunge l’aggressore e lo picchia per strada
Cronaca / Lo sfogo di un’impiegata di Elisabetta Franchi: “Vi racconto come tratta le donne”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 27.162 casi e 62 morti: tasso di positività al 13,95%
Cronaca / Milano, barista 18enne pedinata e molestata: il padre raggiunge l’aggressore e lo picchia per strada
Cronaca / Lo sfogo di un’impiegata di Elisabetta Franchi: “Vi racconto come tratta le donne”
Cronaca / Guida contromano sulla Firenze-Pisa-Livorno, scontro nella notte: un morto e 4 feriti
Cronaca / Covid, oggi 36.042 casi e 91 morti: tasso di positività al 13.7%
Cronaca / Molestie al raduno di Rimini, il sindaco di Trieste difende gli alpini: “La violenza è un’altra cosa, siamo maschi”
Cronaca / ”Salvatemi vi prego”: turista violentata a Roma, i carabinieri sentono le urla e arrestano l’aggressore
Cronaca / Altro che malattia rara, 4 milioni di donne in Italia soffrono di vulvodinia
Cronaca / Roma, guida una Maserati sulla Scalinata di Trinità dei Monti: fermato un 37enne saudita | VIDEO
Cronaca / Violenze e separazioni: nel 96% dei casi il giudice non tiene conto delle accuse delle donne