Donna accoltellata su un treno Frecciarossa dall’ex fidanzato: è in grave condizioni, preso l’aggressore

La vittima è stata portata via in gravi condizioni. Il convoglio, partito da Torino, era diretto a Roma

Di Donato De Sena
Pubblicato il 7 Nov. 2019 alle 11:56 Aggiornato il 7 Nov. 2019 alle 12:48
146
Immagine di copertina
Un treno Frecciarossa

Donna accoltellata su un treno Frecciarossa

Una donna è finita in ospedale in gravi condizioni dopo essere stata accoltellata dall’ex fidanzato su un treno Frecciarossa. È accaduto stamattina, giovedì 7 novembre, su un convoglio partito da Torino e diretto a Roma. Il ferimento è avvenuto poco dopo le ore 10,30, tra le stazioni di Reggio Emilia e Bologna.

La donna, un’addetta ai servizi di ristorazione, è stata colpita con più coltellate ed è stata portata via intubata. È stata soccorsa in gravi condizioni. L’aggressore, un operatore del servizio di pulizie, è stato bloccato dalla Polizia Ferroviaria nella stazione sotterranea di Bologna Centrale, grazie anche alla collaborazione di alcuni viaggiatori.

L’accaduto ha creato ovviamente anche disagi agli altri passeggeri. Il treno alta velocità è stato infatti fermato per consentire i rilievi della Polizia Scientifica.  Nel dettaglio, il treno, Frecciarossa AV 9309, è rimasto fermo a Bologna per consentire l’intervento di personale sanitario e degli agenti della Polfer, per verificare la dinamica e le cause dell’aggressione.

I passeggeri a bordo sono stati trasferiti su altri convogli e il Frecciarossa, una volta concluse le operazioni, è stato portato verso il deposito.

Le notizie di cronaca di TPI

Cosa è successo: la ricostruzione

Stando alle prime informazioni disponibili l’aggressore avrebbe visto l’ex fidanzata sul treno insieme ad un altro uomo, avrebbe poi estratto un coltello a serramanico aggredendo e ferendo gravemente la donna. L’uomo si sarebbe avventato sulla donna colpendola ripetutamente ad una gamba.

Nella carrozza si è creato ovviamente panico e confusione. All’arrivo a Bologna l’intervento della polizia che ha fermato l’uomo e dei sanitari del 118 che hanno soccorso la donna ferita. I passeggeri del treno sono stati fatti tutti scendere e trasbordare su altri convogli.

Dopo l’arrivo nel capoluogo emiliano tutti i viaggiatori a bordo del treno sono stati fatti scendere per i rilievi dell’autorità giudiziaria e gli accertamenti della Polizia Scientifica e sono stati trasferiti. Hanno proseguito il viaggio con i treni successivi.

Conclusi gli accertamenti, il convoglio, senza passeggeri, è ripartito verso il deposito.

Sul posto c’erano, oltre agli agenti della Polfer, anche i sanitari del 118 che hanno preso in cura la donna accoltellata. Il treno è rimasto fermo nella stazione Bologna Centrale sotterranea per gli accertamenti da parte dell’autorità giudiziaria dalle ore 10.50 alle 11.50 circa.

Due feriti

Nell’aggressione è stata ferita anche una seconda persona, un uomo. Non è ancora chiaro il suo ruolo.

Chi sono l’aggressore e la vittima

Come riferito da una prima ricostruzione di Ferrovie dello Stato, l’aggressore è un operatore della ditta esterna che effettua servizi di pulizie a bordo dei Frecciarossa. La donna accoltellata è invece una dipendente della ditta esterna che effettua i servizi di ristorazione sui treni dell’Alta velocità. I controlli a bordo del convoglio, ha spiegato Fs, sono stati necessari per verificare la dinamica e le cause dell’aggressione.

146
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.