Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca » Roma

Coronavirus, a Roma c’è una sartoria che realizza mascherine su misura

Immagine di copertina

Coronavirus, a Roma c’è una sartoria che realizza mascherine su misura

Sono ormai settimane che le mascherine antibatteriche sono diventate introvabili, tutte le farmacie d’Italia espongono lo stesso annuncio – “Mascherine esaurite” – e i cittadini cadono in una profonda disperazione. Per far fronte a quest’emergenza sanitaria, e all’assenza di mascherine sul mercato, arriva una bella iniziativa da parte di una sartoria romana, del quartiere Prati, che ha iniziato a confezionare mascherine su misura per il bene della comunità. Un’attività senza scopo di lucro, quella ideata da Patrizia e Monica. Nella loro piccola sartoria in Via Simone de Saint Bon, nel cuore della capitale, hanno deciso di aiutare chi, come loro, non è riuscito ad acquistare in tempo le mascherine. Dopo aver girato di farmacia in farmacia, Patrizia e Monica hanno così deciso di crearle da zero, ma come?

“Abbiamo pensato di fare come facevano un tempo le nostre nonne e di realizzare le mascherine con la nostra macchina da cucire”, ha spiegato Patrizia al Tempo. “Abbiamo preso un tessuto non tessuto, lo stesso materiale con cui sono fatte le mascherine delle sale operatorie e abbiamo aggiunto dei tessuti in cotone, delle fantasie colorate fino a quelli maculati, di taffetà e in seta”. E portare anche un tocco di stile in un momento cupo della nostra storia. Le mascherine realizzate dalla Sartoria Prati sono anche a prova di bambino: “Per i più piccoli abbiamo pensato a tessuti più colorati, ma ci sono arrivate anche richieste particolari”.

Il lavoro della sartoria non prevede compensi: le due sarte hanno scelto di agire per generosità di cuore: “Non vogliamo guadagnarci, pensiamo a un ricorso spese. Sui 5 euro, ma se riusciamo abbassiamo il prezzo a 3. Facciamo questo lavoro per la comunità”. E chi non può pagare? Mascherina regalata.

Leggi anche:

1. Coronavirus, come cambia l’uso delle mascherine a Roma a seconda del quartiere / 2. Coronavirus, Roma centro deserta in pieno giorno | FOTO / 3. Coronavirus, ad Andria le infermiere stanno cucendo mascherine con lenzuola vecchie

Ti potrebbe interessare
Politica / Dai medici alle comunità straniere, la lista del PD alla carica del Campidoglio
Cultura / Il museo unico di Roma Antica proposto da Calenda? Sarebbe un errore, ma apre un dibattito
Politica / “A Roma i ragazzi non sognano più”: parla la candidata più giovane del Pd alle comunali
Ti potrebbe interessare
Politica / Dai medici alle comunità straniere, la lista del PD alla carica del Campidoglio
Cultura / Il museo unico di Roma Antica proposto da Calenda? Sarebbe un errore, ma apre un dibattito
Politica / “A Roma i ragazzi non sognano più”: parla la candidata più giovane del Pd alle comunali
Cronaca / Roma, vicino lo sgombero di Casapound: Raggi annuncia “novità”
Politica / Veltroni scende in campo: “Gualtieri può governare Roma”
Cronaca / Euro 2020, Inghilterra-Ucraina a Roma: quarantena impossibile per i tifosi inglesi. Pregliasco: “Un guaio”
Cronaca / San Pietro e Paolo (29 giugno): supermercati e negozi aperti o chiusi a Roma
Cronaca / Er Brasiliano, spari contro l’auto della compagna e un avvertimento: “Fatti i ca**i tuoi”
Roma / Roma, 27enne licenziato uccide a coltellate il datore di lavoro all’uscita della metro
Opinioni / La statua della porchetta, celebrazione del rituale tutto romano della magnata