Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Crisanti: “Se si superano 30mila casi al giorno bisogna chiudere tutto”

Immagine di copertina
Credits: ANSA

Crisanti: “Se si superano 30mila casi al giorno bisogna chiudere tutto”

“Se supereremo i 30mila casi al giorno bisognerà chiudere tutto”: il microbiologo dell’Università di Padova, Andrea Crisanti, è convinto che solo così si potrà fermare la diffusione del Covid, tornato a correre tra la recrudescenza della seconda ondata e la terza in arrivo, tutto condito dalla contagiosa variante inglese.

Al quotidiano La Stampa il consulente della task force veneta durante la prima ondata afferma che le chiusure in tutta Italia durante il weekend sul modello “natalizio”, attualmente al vaglio del governo, sono “la direzione”, ma “vanno intraprese con urgenza”. “In Inghilterra misure simili sono state sufficienti, ma è molto importante che vengano seguite da tutti“, ha aggiunto Crisanti in riferimento alla variante inglese.

“Sono mesi che chiedo di contenere la variante inglese ma non mi hanno dato retta. Avremo tanti morti e questo mi rattrista”. Lo scienziato dei “tamponi a tappeto” guarda alla Nuova Zelanda, primo Paese al mondo a dichiararsi Covid-free: “Appena si presentano nuovi focolai, circoscrivere, chiudere, tamponare e vaccinare a tappeto. È il modo migliore per salvaguardare l’economia”.

“Per arrivare a una situazione in cui i casi diminuiscono drammaticamente ci sono tre possibilità: primo, vaccinare oltre la soglia dell’immunità di gregge; secondo, continuare in determinate circostanze distanziamento e mascherine; terzo, finalmente creare un sistema di tracciamento degno di un Paese sviluppato”, aveva già affermato ieri il microbiologo al programma Agorà.

Leggi anche: 1. Dpcm, il Cts: “Le zone gialle non bastano più”. Ipotesi lockdown nei weekend / 2. La rivista Nature boccia il Cts italiano: “Agisce dove non ha competenza” / 3. La Cina è il primo Paese al mondo a rilasciare il passaporto vaccinale

4. Oltre 100mila morti per Covid, Italia tra le peggiori al mondo: il confronto con gli altri Paesi / 5. Altro che modello Lombardo: così il Lazio ha attuato una campagna vaccinale migliore / 6. Perché l’Italia sta andando così a rilento nella campagna vaccini

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

 

 

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Prefetto di Roma: “Grandissima attenzione su eventi sportivi”
Cronaca / Napoli, sgominato nuovo clan: pizzo anche al Castello delle Cerimonie
Cronaca / Giubileo 2025, la sfida dell’accoglienza e il futuro globale di Roma
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Prefetto di Roma: “Grandissima attenzione su eventi sportivi”
Cronaca / Napoli, sgominato nuovo clan: pizzo anche al Castello delle Cerimonie
Cronaca / Giubileo 2025, la sfida dell’accoglienza e il futuro globale di Roma
Roma / Roma, autobus in fiamme a Tor Sapienza: tre intossicati
Cronaca / Fedez contro Gramellini: “Di essere l’idolo della sinistra non mi frega un ca…”
Cronaca / Giovani, precari e depressi: l’impatto delle disuguaglianze sulla salute mentale delle nuove generazioni
Cronaca / È uscito il nuovo numero di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Strage Suviana, trovati i corpi di due dispersi: salgono a cinque le vittime accertate
Cronaca / Meteo, temporali e grandine al Nord, temperature giù al Centro-Sud
Cronaca / Epidemia di morbillo in Italia, Bassetti: "Il peggio arriverà in estate"