Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 22:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, Alberto Zangrillo: “Folla nei pronto soccorso? Il 60% dei pazienti sono codici verdi, non c’è il disastro in questo momento”

Immagine di copertina
Credit: Ospedale San Raffaele

Covid, Zangrillo: “Nei pronto soccorso sono quasi tutti codici verdi”

Alberto Zangrillo torna a parlare dell’epidemia di Covid in Italia, rilasciando alcune dichiarazioni destinate a far discutere: il primario del San Raffaele di Milano, infatti, ha detto che “non c’è il disastro in questo momento” e che “il 60% dei pazienti che vengono al pronto soccorso sono codici verdi e vengono dimessi dopo poche ore”. Le affermazioni di Zangrillo, dunque, vanno in controtendenza rispetto a quelle ad esempio di Guido Bertolini, responsabile del Coordinamento Covid-19 dei pronto soccorso lombardi, che ha invocato il lockdown totale perché “i pronto soccorso sono in una situazione quasi ingestibile”.

Le dichiarazioni di Zangrillo sono arrivate nel corso de La vita in diretta, in onda su Raiuno, di cui è stato ospite nella giornata di martedì 27 ottobre. “Noi vediamo che il 60% dei pazienti che giungono in ospedale, sono pazienti che vengono dimessi entro le 10 ore successive. Quindi sono i cosiddetti codici verdi” ha dichiarato il primario del San Raffaele. “Ritengo che questo dato sia assolutamente comprensibile perché abbiamo sempre denunciato che vi sia un disorientamento generale da parte delle persone, che sono molto spaventate, che trovano il loro punto di riferimento in ospedale”.

“Personalmente sono preoccupato per la curva dei contagi – ha continuato Zangrillo – ma più che di curva dei contagi dobbiamo parlare di curva di persone che sono state determinate positive al Coronavirus. Dopodiché c’è tutta la categoria di persone che invece hanno sintomatologia che nelle sue varie gradazioni va da lieve ad essere grave. Non dobbiamo perdere la razionalità, abbiamo tutti il dovere di dare delle informazioni corrette. Non c’è in questo momento il disastro, dobbiamo tutti fare la nostra parte”.

Leggi anche: 1. Zangrillo contro Galli: “Ex sessantottino, mi denunci”. La replica: “È un problema suo” | VIDEO / 2. Covid, Alberto Zangrillo: “Il problema non sono le terapie intensive, lo dico da 6 mesi”/ 3. Spiegateci perché gli esperti che minimizzavano il virus ora imperversano in tv (di Giulio Cavalli)

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Cronaca / La guerra mediatica fra le tv sul caso di Denise Pipitone
Cronaca / Roma, cuoca rapinata e violentata nella sala mensa della scuola
Cronaca / Covid, 6.946 casi e 251 morti nell'ultimo giorno
Ti potrebbe interessare
Cronaca / La guerra mediatica fra le tv sul caso di Denise Pipitone
Cronaca / Roma, cuoca rapinata e violentata nella sala mensa della scuola
Cronaca / Covid, 6.946 casi e 251 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Migranti, il sindaco di Lampedusa a TPI: “Salvini ora è al Governo, ci aiuti anziché fare propaganda”
Cronaca / “Io, malata di Sla assistita per anni da Martina Ciontoli, vi racconto chi è davvero la ragazza che avete odiato”
Cronaca / Migranti, a Lampedusa 2mila arrivi in 24 ore. Salvini preme su Draghi: “Porti chiusi”
Cronaca / Abrignani (Cts): “A giugno in Italia avremo circa 10 morti al giorno”
Cronaca / Coprifuoco a mezzanotte? L’alt di Speranza: chiede di posticipare al 24 maggio
Cronaca / Salernitana in serie A, muore 28enne durante i festeggiamenti
Cronaca / Vaccini, direttore medico Pfizer Italia: "Attenersi agli studi su richiamo a 21 giorni"