Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:23
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie. Il Lazio vaccinerà i maturandi. Il Regno Unito apre ai vaccini per gli over 35

Immagine di copertina

Covid, le ultime notizie di oggi 16 maggio 2021 in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – È atteso per la settimana prossima il nuovo decreto anti-Covid, che dovrebbe entrare in vigore dal 24 maggio. Intanto, in Italia sono più di 8 milioni le persone che hanno ricevuto entrambe le dosi del vaccino (qui i dati in tempo reale). Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid-19 di oggi, domenica 16 maggio, aggiornate in tempo reale.

COVID, ULTIME NOTIZIE

Ore 17.15 – Il bollettino di oggi: 5.753 casi e 93 morti – Oggi si registrano 5.753 nuovi positivi e 93 morti, il dato più basso dal 23 ottobre scorso quando le vittime furono 91. In totale sono stati effettuati 202.573 tamponi. Il tasso di positività è al 2,8 per cento, rispetto al 2,2 per cento di ieri. Migliorano i dati dei ricoveri. Qui il bollettino completo.

Ore 17.00 – Vaccini, il Regno Unito apre agli over 35 – Il Regno Unito apre alla vaccinazione per gli over 35 a partire dalla prossima settimana. Lo conferma il segretario britannico per la Salute, Matt Hancock, esortando le fasce di età interessate a farsi avanti per ricevere il siero contro il Covid-19, mentre nel Paese torna il timore di diffusione della variante indiana del virus dopo che alcuni casi sono emersi in determinate zone, come Blackburn e Bolton.

Ore 16.30 – Lazio, Zingaretti: “Vaccinare maturandi è possibile, lo faremo” – “Vaccinare i maturandi ora è possibile e lo faremo. Torniamo alla normalità con i vaccini e pensando a tutti. È giusto pensare a ragazzi e ragazze che hanno di fronte questa prova, dopo 2 anni difficili anche per lo studio e la vita sociale”. Lo scrive su twitter Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, in merito alla possibilità di vaccinare i ragazzi che devono affrontare la maturità. “Entro il 2 giugno faremo un open day nel Lazio per gli studenti che affronteranno gli esami di maturità. Pensiamo sia importante far svolgere in tranquillità gli esami”, ha detto all’Ansa l’assessore alla Sanità del Lazio Alessio d’Amato.

Ore 16.00 – Lazio, 577 casi positivi, numero più basso da 7 mesi – “Oggi su oltre 11.000 tamponi nel Lazio (-2.951) e oltre 12.000 antigenici per un totale di 23.687 test, si registrano 577 nuovi casi positivi (-44)”. Lo dichiara l’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato. “Continua la frenata: il numero dei casi positivi – aggiunge – è il più basso da 7 mesi. I decessi sono 14 (+9), ma si registrano 0 decessi nelle province. Si registrano 1.003 guariti, ed è in riduzione il numero dei ricoverati pari a 1.548 (-43). Le terapie intensive sono 236 (+3). Complessivamente diminuiscono casi e ricoveri. Aumentano le terapie intensive e i decessi. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 5,1%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2,4%. I casi a Roma città sono a quota 322. Si registrano 0 decessi nelle province del Lazio nelle ultime 24h: 0 a Rieti, 0 a Frosinone, 0 a Latina, 0 a Viterbo”.

Ore 15.30 – Gelmini, prossime settimane rivedremo coprifuoco – La cabina di regia in programma domani posticiperà il coprifuoco “almeno alle 23”, ma con i dati in miglioramento e un numero sempre più ampio di cittadini vaccinati “è realistico ipotizzare che nelle prossime settimane verrà rivisto”. Lo dice il ministro degli Affari regionali Mariastella Gelmini in un’intervista nell’edizione di Palermo di ‘Repubblica’ ribadendo che la ripartenza sarà a “piccoli passi sapendo” però”che la prospettiva certa è quella di poter tornare preso a correre”. La migliore “garanzia” per mettersi alle spalle l’emergenza, aggiunge, è”il comportamento responsabile di ciascuno di noi”: in queste settimane “stiamo gradualmente riaprendo il paese, ma la sicurezza è la precondizione necessaria per proseguire con il ritorno alla normalità'”. E dunque va “indossata sempre la mascherina, rispettato il distanziamento sociale e i protocolli anti contagio”.

Ore 13.30 – 5 giugno test discoteca, in 2000 a Gallipoli con green pass – Un esperimento in due diverse discoteche, una al chiuso l’altra all’aperto, per verificare le condizioni per la riapertura delle discoteche affinché avvenga il prima possibile. E’ l’iniziativa lanciata dalla Silb-Fipe, l’associazione italiane imprese ed intrattenimento. La sperimentazione nel locale all’aperto si svolgerà il 5 giugno a Gallipoli, al ‘Praia’, dove 2mila persone entreranno soltanto col green pass e all’uscita i clienti del locale dovranno sottoporsi ad un nuovo tampone. “Abbiamo l’autorizzazione della Regione Puglia”, spiega Maurizio Pasca, presidente Silb. A Milano il test si svolgerà al Fabric, discoteca al chiuso.

Ore 10.40 – In Basilicata sei comuni in zona rossa fino al 23/5 – Sei comuni della Basilicata “gialla” saranno in zona rossa da oggi e fino a domenica prossima,. 23 maggio. Lo ha disposto, con una nuova ordinanza sull’emergenza coronavirus, il presidente della Regione, Vito Bardi. In particolare, nuove zone rosse sono state decise per Anzi, Pietrapertosa e Rivello (Potenza), mentre sono state confermate quelle per Acerenza, Ripacandida (Potenza) e Rotondella (Matera). Secondo quanto reso noto dall’ufficio stampa della Giunta lucana, “con la stessa ordinanza è stata disposta la revoca, a partire dal 16 maggio, della zona rossa per Balvano, Rionero in Vulture (Potenza) e Garaguso (Matera)”.

Ore 8.30 – Attesa per la cabina di regia del governo di domani: ipotesi coprifuoco alle 24 – Il 17 maggio duplice appuntamento. Il primo è quello della cabina di regia politica nella quale il governo farà il tagliando alle restrizioni in vigore con il possibile posticipo del coprifuoco a mezzanotte. Il secondo è invece quello della riunione dei tecnici, dalla quale dovrebbero arrivare i nuovi parametri per definire le fasce di colore delle regioni. Qui la notizia completa

Ore 7.00 – Argentina, morti oltre quota 70.000 – L’Argentina, impegnata a contrastare la terza ondata della pandemia da Covid-19, ha superato quota 70.000 morti. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie a Buenos Aires. L’ultimo rapporto del ministero della Salute ha rivelato che nelle ultime 24 ore il numero dei contagi registrati è stato di 21.469, portando il totale generale a 3.290.935 infettati. I morti sono stati 400, un numero che ha fatto raggiungere al bilancio generale dal marzo 2020 di questo settore quota 70.253. Infine, per quanto riguarda le unità di rianimazione, il rapporto segnala che in esse sono ricoverati attualmente 5.517 persone, con una occupazione dei letti del 70% sul territorio nazionale e del 76.5% nell’area metropolitana di Buenos Aires.

COVID, LE NOTIZIE DI IERI

Rt resta tra indicatori ma non sarà determinante per zone – L’Rt calcolato sui sintomatici resterà tra gli indicatori di riduzione del rischio, ma non rappresenterà piu’ un automatismo per determinare l’assegnazione dei colori alle regioni. E’ quanto si apprende, da fonti che lavorano alle modifiche dei parametri, in merito all’aggiornamento degli indicatori a cui lavorano Iss, Ministero e Regioni. L’automatismo, come gia’ annunciato, riguarderà esclusivamente l’incidenza dei contagi sulla popolazione e il tasso di ospedalizzazione (Rt ospedaliero). In generale, gli indicatori passeranno da 21 a 10 o 12. Lunedi’ è previsto un incontro tra tutte le componenti per un accordo definitivo.

Covid, ultime notizie – In Brasile 2.211 nuovi decessi e 85mila casi contagio – Il Brasile ha registrato 2.211 nuovi decessi e 85.536 infezioni da Covid-19 nelle ultime 24 ore, il più alto numero di casi di contagio di questa settimana. Lo ha reso noto ieri il Ministero della Salute. Sono già 432.628 le vittime complessive, mentre nel Paese sono state contagiate 15.519.525 milioni di persone, da quando è stato certificato il primo caso, il 26 febbraio 2020. I dati delle ultime settimane mostrano che i decessi sono diminuiti lentamente, ma le infezioni sono aumentate di nuovo.

Leggi anche: 1. Coprifuoco e riaperture, pronte le nuove misure del Governo. È la settimana decisiva / 2. Sileri: “Addio mascherine quando avremo 30 milioni di italiani vaccinati” / 3. Massa Carrara, tirocinante 23enne riceve per errore sei dosi di vaccino: ricoverata in osservazione

4. Vacanze al mare: il calendario della riaperture delle spiagge, regione per regione / 5. Come funziona il Green Pass: da metà maggio tornano i turisti in Italia /6. Estate: green pass, coprifuoco spostamenti. Tutte le regole per le vacanze

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Treviso, uccisa a coltellate mentre prendeva il sole: l’assassino si è costituito
Cronaca / Covid, oggi 951 nuovi casi e 30 morti: il bollettino del 23 giugno
Cronaca / Ddl Zan, il testo della nota ufficiale inviata dal Vaticano all’ambasciata italiana
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Treviso, uccisa a coltellate mentre prendeva il sole: l’assassino si è costituito
Cronaca / Covid, oggi 951 nuovi casi e 30 morti: il bollettino del 23 giugno
Cronaca / Ddl Zan, il testo della nota ufficiale inviata dal Vaticano all’ambasciata italiana
Cronaca / Barbara D'Urso: "Ho paura, lo stalker è stato visto sotto casa mia"
Cronaca / Alessandra Mussolini a favore di adozioni gay e del ddl Zan: “Io e Luxuria ormai siamo amiche”
Cronaca / Consiglio di Stato annulla sentenza Tar e ordinanza sindaco: la produzione prosegue
Cronaca / I sandali, l’allarme dopo 9 ore e le tracce di sangue: cosa non torna nel ritrovamento di Nicola Tanturli
Cronaca / Perché c’è Spiderman alla messa del Papa
Cronaca / La madre di Nicola racconta la scelta di vita nei boschi: “Non volevo sfruttare né essere sfruttata”
Cronaca / “Appena ci ha visto si è messo a piangere”: le parole del giornalista che ha ritrovato Nicola