Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:14
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, contagi e ricoveri in crescita: le regioni che rischiano la zona gialla a Natale

Immagine di copertina

Trento, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche e Veneto rischiano di passare in zona gialla a Natale. L’ultimo bollettino dell’Agenzia nazionale per i Servizi sanitari regionali ha fotografato la situazione dei contagi Covid e quella dei ricoveri nelle regioni e province autonome d’Italia.

Occorre ricordare che i parametri per il passaggio di colore bianco-giallo sono: l’incidenza dei contagi (50 ogni 100mila abitanti); i posti letto occupati in terapia intensiva (10 per cento); quelli occupati in area medica (15 per cento).

Nello specifico, la situazione dell’occupazione dei posti letto nelle terapie intensive a Trento è del 17 per cento, in Friuli Venezia Giulia del 15, nel Lazio, in Liguria, nelle Marche e in Veneto è del 12. Per quanto riguarda i ricoveri in area medica la soglia del 15 per cento è stata superata in  Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta, Bolzano e Calabria.

Mappa europea

Secondo l’analisi della situazione epidemiologica del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, al momento solo cinque regioni italiane (Umbria, Puglia, Molise, Sicilia e Sardegna) sono gialle. Tutte le altre sono in rosso, ma Valle d’Aosta, Alto Adige, Veneto e Friuli-Venezia Giulia sono in rosso scuro.

La mappa dell’Ecdc, aggiornata ogni settimana, indica le face di rischio e viene usata come riferimento per le restrizioni di viaggio. Secondo questa mappa, a livello europeo, l’Italia resta lo Stato nelle condizioni relativamente migliori. Il resto d’Europa è rosso o rosso scuro, fatta eccezioni per tre zone della Spagna e due regioni della Romania.

Vaccini

Prosegue intanto la campagna vaccinale. Sono aumentate le prime dosi e accelera anche la somministrazione dei booster. Il commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo ha annunciato l’arrivo di 2 milioni di dosi di vaccini Pfizer. “Con l’attuale disponibilità di dosi – ha detto – si potranno vaccinare potenzialmente 25 milioni di persone, il che consentirà di mantenere il ritmo elevato che le Regioni/Province autonome stanno attualmente tenendo”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Quirinale, l'annuncio di Rocco Siffredi: "Mi candido a presidente della Repubblica"
Cronaca / Covid, oggi 179.106 casi e 373 morti: tasso di positività al 16%
Cronaca / Con l’ultimo dpcm, senza Green pass non si potrà nemmeno ritirare la pensione alla posta
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Quirinale, l'annuncio di Rocco Siffredi: "Mi candido a presidente della Repubblica"
Cronaca / Covid, oggi 179.106 casi e 373 morti: tasso di positività al 16%
Cronaca / Con l’ultimo dpcm, senza Green pass non si potrà nemmeno ritirare la pensione alla posta
Cronaca / Leonardo ci riprova: far passare le armi come icona dello sviluppo sostenibile
Cronaca / Covid, Lancet punta il dito contro gli errori dell’Italia a Bergamo: “I lombardi hanno affrontato l’orrore”
Cronaca / Cassazione, su 295 vittime di omicidi volontari, 118 sono donne. “Sconcertante”
Cronaca / Covid, Ricciardi avverte: “Nuova ondata a ottobre, serviranno scelte impopolari”
Cronaca / Bollette, il governo valuta nuove misure per contrastare i rincari record: oggi cabina di regia e consiglio dei ministri
Cronaca / Covid, rallenta la crescita dell’Rt: da 1,54 passa a 1,31
Cronaca / “Negli ospedali solo con il super Green pass”: fa discutere la circolare della regione Puglia