Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:17
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Così Renzi sta trasformando il processo Open in uno show mediatico

Immagine di copertina
Il processo Open? «Uno scandalo assoluto». Il 4 aprile scorso, appena iniziata l’udienza preliminare per lui e per altri dieci imputati, Matteo Renzi si è subito presentato in tribunale a Firenze, improvvisando con i cronisti l’ennesima requisitoria contro i pm. Quell’ipotesi che la Fondazione non fosse altro che un’articolazione di partito e che dunque raccogliesse finanziamenti in maniera illecita non gli va giù. Durante le indagini ha scritto su carta intestata del Senato agli inquirenti, intimando loro di non indagare su vicende che potrebbero essere coperte dall’immunità, poi ha chiesto l’intervento della Giunta delle autorizzazioni, ottenendo che il suo caso venisse portato all’attenzione della Corte Costituzionale, e infine ha anche denunciato gli stessi magistrati. Da due anni l’ex rottamatore non fa altro che assicurare di non voler scappare dal processo, ma ecco che puntualmente indossa i panni del pubblico ministero cercando di mettere sul banco degli imputati gli stessi pm. Arrivato il momento del primo faccia a faccia con il giudice Sara Farini, che dovrà decidere sulle richieste di rinvio a giudizio, non poteva andare diversamente.
Per il procuratore aggiunto Luca Turco e il sostituto Antonino Nastasi, la Fondazione Open avrebbe eluso la norma sul finanziamento ai partiti. Gli stessi inquirenti contestano inoltre una serie di episodi di presunta corruzione, traffico di influenze, fatture false e autoriciclaggio. Il senatore semplice di Rignano non risponde in maniera circostanziata alle accuse. Liquida come fango quell’articolato sistema di rapporti e di potere creato con la sua scalata a Palazzo Chigi ricostruito in 94mila pagine di atti giudiziari. E tira bordate. Minimo il materiale che gli è stato sequestrato quando era già senatore rispetto a quello finito agli atti, ma sufficiente per fargli ripetere che sono stati i pm a violare la legge e non lui. «La Cassazione ha spiegato con chiarezza per cinque volte che l’operato dei magistrati di Firenze ha infranto le regole», ha ripetuto Renzi al termine dell’udienza a Firenze. E di nuovo: «Stiamo rispettando la legge, i pm di Firenze non hanno rispettato né la Costituzione né la legge. Non è che un giudice di Firenze non può utilizzare un mio sms, lo può fare, però ha una procedura da rispettare prevista in Costituzione, che è chiedere l’autorizzazione al Senato, e se lo avesse chiesto avrei votato a favore».
Un atteggiamento che sembra abbastanza distante da quello di chi dice di credere nella giustizia e di volersi far giudicare. Ma Renzi va avanti e gli altri imputati non sembrano altro che comparse. Il giudice Farini dovrà decidere se rinviare a giudizio anche i deputati Luca Lotti e Maria Elena Boschi, Marco Carrai, l’avvocato Alberto Bianchi, e gli imprenditori Patrizio Donnini, Alfonso Toto, Riccardo Maestrelli, Giovanni Carucci, Carmine Ansalone e Piero Di Lorenzo. Il confronto però è tutto tra il leader di Italia viva e i magistrati. L’udienza preliminare proseguirà il prossimo 10 giugno, il 15 luglio sono previsti gli interrogatori e il 19 settembre l’inizio della discussione. Altri cinque mesi ad alta tensione.
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 29.875 casi e 95 morti: il bollettino del 24 maggio 2022
Cronaca / L’ex giudice Carnevale: “Falcone non era il più importante pm antimafia, esaltato oltre i suoi meriti”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, l’Ecdc: "Rischio che diventi endemico in Europa"
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 29.875 casi e 95 morti: il bollettino del 24 maggio 2022
Cronaca / L’ex giudice Carnevale: “Falcone non era il più importante pm antimafia, esaltato oltre i suoi meriti”
Cronaca / Vaiolo delle scimmie, l’Ecdc: "Rischio che diventi endemico in Europa"
Cronaca / Roma, venditore di rose dà fuoco ai capelli di una ragazza: “Era deluso dalle poche vendite”
Cronaca / La giocatrice di basket difende il suo allenatore: “Non c’è stato nessuno schiaffo, avevo sbagliato un tiro”
Cronaca / Strage di Capaci, perquisizioni della Dia nella redazione di Report e a casa dell’inviato Mondani
Cronaca / Basket, allenatore dà uno schiaffo a una giocatrice 17enne per un canestro sbagliato: “Mi scuso, volevo spronarla”
Cronaca / Roma, maltratta la fidanzata e la costringe a tatuarsi il suo nome sul viso
Cronaca / Ferrero torna in libertà: “Questi sei mesi sono stati tremendi”
Cronaca / Malore in volo durante le riprese di un film: pilota atterra, ma muore poco dopo. Salvo il passeggero