Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:52
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coronavirus, a Torino una ragazza viene fatta scendere dal bus: “Sei cinese”

Immagine di copertina

L'episodio, avvenuto nei giorni scorsi, è emerso oggi durante il pranzo della sindaca Chiara Appendino in un ristorante cinese di Torino

Coronavirus, a Torino una ragazza cinese viene fatta scendere dal bus

Una giovane cinese che da Cuneo stava viaggiando a bordo di un autobus verso Torino è stata fatta sentire non gradita, e così spinta a scendere a terra. La ragazza, che non avrebbe una buona padronanza dell’italiano, non ha sporto denuncia ma il fatto è stato riferito alla comunità cinese di Torino.

L’episodio, avvenuto nei giorni scorsi, è emerso oggi durante il pranzo della sindaca Chiara Appendino in un ristorante cinese di Torino.

La sindaca oggi ha pranzato al ristorante Didu di via Cigna 3 a Torino, in segno di solidarietà alla comunità cinese per l’emergenza sanitaria che ha colpito la Cina.

“Ci sono indicazioni chiare del Ministero della Salute sul coronavirus: invitiamo tutti i torinesi a informarsi e seguirle, ma non cadiamo nel tranello della paura che crea solo muri di diffidenza e psicosi di cui non abbiamo bisogno”.

È questo l’appello della sindaca di Torino. Insieme a lei – oltre all’assessore all’Integrazione Marco Giusta – Angelo Wu (associazione cinese e italo-cinese di Torino), Chen Ming (Angi associazione nuova generazione italo cinese Torino), Wang Hong Xia (Aida associazione donne amiche italo cinese), Gu Ailien (Associazione Zhisong), Gianni Wang (Associazione commercianti e imprenditori) e l’associazione degli studenti e studiosi del Politecnico di Torino (cssa.Polito).

“Con questa iniziativa – ha aggiunto Appendino – vogliamo dare un segnale di vicinanza alla Cina, e al difficile momento che sta vivendo, ma soprattutto alla nostra comunità cinese che vive a Torino”. “È comprensibile – ha proseguito la prima cittadina – che la paura possa portare a comportamenti irrazionali, ma in questo momento il mio appello ai torinesi è di essere razionali: non bisogna di avere paura di chi vive nella nostra città, perché questo può portare ad azioni di razzismo”.

“Grazie alla sindaca, vicina alla comunità cinese – così Paolo Hu, presidente dell’Associazione Fenaic, la Federazione Nazionale Italia Cina, durante il pranzo con la sindaca Chiara Appendino in un ristorante cinese di Torino – Stiamo lavorando con tutte le associazioni cinesi del territorio per garantire in Città a tutti i nostri compaesani di stare a casa per avere la pace. Siamo amici con Torino, grazie a tutti coloro che danno voce alla nostra comunità”.

Leggi anche:

“Sono cinese, ma non sono un virus”: la campagna social contro il razzismo generato dal Coronavirus

Coronavirus in Italia, psicosi razzista: “Alla larga dai cinesi!” (di G. Gambino)

Coronavirus: tutto quello che c’è da sapere sul virus cinese ed evitare la psicosi

Coronavirus | Esclusivo TPI, video dalla Cina: mascherine usate vendute clandestinamente

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 2.732 casi e 42 morti: il bollettino del 15 ottobre 2021
Cronaca / Due gemelli cambiano sesso lo stesso giorno: Giulio e Guido sono Giulia e Gaia
Cronaca / Addio ad Alitalia, nasce Ita Airways: nuovo logo, aerei azzurri e tricolore sulla coda
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 2.732 casi e 42 morti: il bollettino del 15 ottobre 2021
Cronaca / Due gemelli cambiano sesso lo stesso giorno: Giulio e Guido sono Giulia e Gaia
Cronaca / Addio ad Alitalia, nasce Ita Airways: nuovo logo, aerei azzurri e tricolore sulla coda
Cronaca / Green Pass, i no vax Barillari e Cunial occupano gli uffici della Regione Lazio
Cronaca / Green Pass obbligatorio, ma i tamponi non bastano per tutti i lavoratori
Cronaca / I No Pass non fermano l'Italia: niente blocco a Trieste
Cronaca / Lo storico Emilio Gentile a TPI: “Sciogliere Forza Nuova? Attenzione all’effetto martirio”
Cronaca / Viaggio nella galassia No pass: “Non siamo tutti fascisti”
Cronaca / Lotta eversiva, affari oscuri e droga: chi sono i militanti di Forza Nuova che hanno assaltato la Cgil
Cronaca / Effetto Draghi: le stragi in mare non indignano più