Coronavirus, lo sfogo dei cittadini sulla facciata del municipio di Nembro: “Politici e calciatori siete a fare i tamponi?”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 28 Mar. 2020 alle 16:09 Aggiornato il 28 Mar. 2020 alle 16:32
68
Immagine di copertina

Coronavirus, scritta polemica sui tamponi a Nembro

“Politici (Cancelli*) e calciatori siete a fare i tamponi?! Quindi i nostri padri, zii e nonni sono c*****ni”, recita la scritta apparsa sulla facciata del municipio di Nembro, in Val Seriana, comune nella provincia di Bergamo con la più alta percentuale di pazienti contagiati da Coronavirus. La scritta sul municipio di Nembro è stata notata nella mattinata di giovedì 26 marzo.

Come rivelato nella nostra inchiesta una nota riservata dell’Istituto Superiore di Sanità – che noi di TPI abbiamo potuto visionare – evidenziava, già lo scorso 2 marzo , “l’incidenza di contagi da Covid-19 nei comuni bergamaschi di Alzano Lombardo e Nembro, e anche in quello bresciano di Orzinuovi, raccomandandone l’isolamento immediato e la chiusura, con la creazione di una zona rossa come quella di Codogno”. Ciò tuttavia non è mai avvenuto. E tutt’oggi quell’area è il focolaio principale che ha fatto diventare Bergamo il lazzaretto d’Italia. (L’inchiesta completa)

(*Claudio Cancelli è il sindaco di Nembro, ndr)

Leggi anche:  1. ESCLUSIVO TPI: Una nota riservata dell’Iss rivela che il 2 marzo era stata chiesta la chiusura di Alzano Lombardo e Nembro. Cronaca di un’epidemia annunciata / 2. Coronavirus Anno Zero, quel 23 febbraio all’ospedale di Alzano Lombardo: così Bergamo è diventata il lazzaretto d’Italia

3. Il sindaco Gori a TPI: “Le bare di Bergamo sono solo la punta di un iceberg, i nostri morti sono quasi tre volte quelli ufficiali”/ 4. Perché in Lombardia si muore? Gli errori di Fontana e altre sette importanti ragioni /

5. Coronavirus, tamponi per asintomatici? Solo ai privilegiati. Così prolifera il business dei test privati / 6. Coronavirus, parla la fidanzata di Rugani della Juve: “Il tampone? Sono venuti a farmelo a casa. Nessuna via preferenziale, il trattamento è uguale per tutti” (di Giulio Gambino)

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

68
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.