Covid ultime 24h
casi +10.497
deceduti +603
tamponi +254.070
terapie intensive -57

“Quei miei messaggi che non leggerai mai”: l’addio della figlia dell’agente di scorta di Conte, morto di Coronavirus

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 5 Apr. 2020 alle 19:12
448
Immagine di copertina
Giorgio Guastamacchia (a sinistra), che faceva parte della scorta del premier Giuseppe Conte, morto a Roma per Coronavirus (Credits: ANSA/CLAUDIO PERI)

Coronavirus, l’addio della figlia dell’agente di scorta di Conte al padre

Nella giornata di sabato 4 aprile 2020 è arrivata la notizia della scomparsa di Giorgio Guastamacchia, agente di scorta del premier Giuseppe Conte, morto di Coronavirus a Roma: oggi la figlia del sostituto commissario di polizia ha affidato a un toccante post su Facebook il suo messaggio di addio al padre. Guastamacchia, 52 anni, ha lasciato infatti una moglie e due figli.

“L’ultima volta che ti ho visto – si legge nel messaggio di addio della figlia di Guastamacchia – è stato il 6 marzo. L’ultima volta che ti ho sentito è stato il 19 marzo, il giorno del tuo ricovero (bella festa del Papà, vero?). Da quel giorno, anche se eri intubato e incosciente, ogni giorno ti ho mandato uno o più messaggi per incitarti a non mollare, a non abbandonarci, a combattere sto ca**o di virus. Da stamattina, mi rendo conto che quei messaggi non li leggerai mai. Ma sicuramente saranno arrivati direttamente al tuo cuore perché si sa, un rapporto Padre-Figlia non se ne andrà mai, soprattutto dopo aver condiviso tante cose, passioni, momenti. Addio papà”.

Coronavirus, Arcuri: vi imploro ‘State a casa’, non c’è normalità

“Sono stra-orgogliosa – ha continuato la ragazza – di averti avuto come padre. Un giorno racconterò la tua storia. La storia di un eroe. La storia di un padre meraviglioso e un poliziotto esemplare. Dammi solo il tempo di tornare lucida ed uscire da questo mare di lacrime e dolore. Ci vorrà un po’, ma ce la faremo. Stacci vicino papà, stacci vicino te ne prego. Mancherai come non so cosa. Sarai la stella più lucente lassù, insieme a nonno”.

Il post si conclude con un ringraziamento al premier Giuseppe Conte, “per le belle parole verso mio padre, e per avermi chiamata stamattina facendomi le condoglianze personalmente! Lei sa cosa deve fare”.

Leggi anche:

1. Coronavirus, Presidente Conte: vogliamo la verità. Occorre un discorso al Paese / 2. Gente che muore aspettando i tamponi, assessori che minimizzano: il disastro Basilicata nella lotta al virus (di S. Lucarelli) / 3. In Italia fine quarantena a giugno e luglio? L’esperto Vespignani: “Non illudiamo la gente”

4. ESCLUSIVO TPI: Una nota riservata dell’Iss rivela che il 2 marzo era stata chiesta la chiusura di Alzano Lombardo e Nembro. Cronaca di un’epidemia annunciata / 5. Salvini: “Chiese aperte a Pasqua, per sconfiggere il virus ci serve la protezione di Maria” / 6. “Cari italiani non illudetevi, la solidarietà della Cina è solo propaganda per esercitare un’influenza politica”. Parla Joshua Wong, leader delle proteste di Hong Kong

7. Coronavirus, il Governo lavora alla Fase 2: ecco come e quando usciremo di casa / 8. La gente è tornata in strada ed è un grave problema: 15mila multe in 48 ore / 9. “In Basilicata va tutto bene”: surreale intervista al portavoce del governatore Bardi (di Selvaggia Lucarelli)

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

448
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.