Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:13
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coronavirus, Dolomiti Superski chiude gli impianti di sci

Immagine di copertina

Coronavirus, Dolomiti Superski chiude gli impiati di risalita

Si ferma anche lo sci amatoriale. Da domani, martedì 10 marzo 2020, gli impianti di risalita del complesso Dolomiti Superski si fermeranno sancendo la fine anticipata della stagione sciistica. Una decisione maturata “in maniera autoresponsabile e di comune accordo con le associazioni degli albergatori dei territori interessati e in coordinamento con le Autorità politiche competenti”. Ad annunciarlo è stato ovviamente Dolomiti Superski con un comunicato. Ecco il testo:

“Dolomiti Superski, con le sue zone sciistiche di Plan de Corones, Alta Badia, Val Gardena/Alpe di Siusi, Val di Fassa/Carezza, Arabba/Marmolada, 3 Cime Dolomiti, Val di Fiemme/Obereggen, San Martino di Castrozza/Passo Rolle, Rio Pusteria-Bressanone, Alpe Lusia/San Pellegrino e Civetta, di comune accordo con le associazioni degli albergatori dei territori interessati e in coordinamento con le Autorità politiche competenti, ha deciso in maniera autoresponsabile, la chiusura anticipata della stagione sciistica in corso, considerando il rapido propagarsi del Coronavirus COVID-19 sul territorio italiano e i potenziali rischi per i turisti, il personale e la popolazione locale in tutte le aree sciistiche servite dai suoi impianti di risalita. Questo al fine di tutelare la salute e la tranquillità di chi abita in questi territori, di chi vi lavora e di chi vi soggiorna”.

“La chiusura avverrà entro la fine della giornata di domani, martedì 10 marzo 2020, onde permettere un ordinato rientro dei turisti attualmente ospitati. Siamo estremamente dispiaciuti di dover prendere questa decisione di carattere assolutamente eccezionale, ma riteniamo che questo passo sia di fondamentale importanza per arginare, per quanto possibile anche nei nostri territori ad altissima densità turistica, il rapido propagarsi del Coronavirus. Ringraziamo tutti gli sciatori che abbiamo potuto ospitare nelle nostre aree sciistiche durante questa stagione e ci auguriamo di poterli salutare presto nuovamente quali graditi ospiti delle Dolomiti“.

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / In Italia 14 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi
Cronaca / Draghi: "Variante indiana? Nessun ritardo nelle riaperture"
Cronaca / Uccide un cucciolo di labrador a calci: passanti tentano di linciare l’aggressore
Ti potrebbe interessare
Cronaca / In Italia 14 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi
Cronaca / Draghi: "Variante indiana? Nessun ritardo nelle riaperture"
Cronaca / Uccide un cucciolo di labrador a calci: passanti tentano di linciare l’aggressore
Cronaca / Ardea, la testimonianza: “L’obiettivo erano i bambini, l’uomo anziano ha provato a difenderli”
Cronaca / Covid, 1.390 nuovi casi e 26 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Anziana di 90 anni derubata e violentata in casa nel Comasco: arrestato 26enne
Cronaca / Burioni a TPI: “È folle che il governo non spieghi una grave sospensione come quella di AstraZeneca”
Cronaca / AstraZeneca, J&J e il cocktail vaccinale: il peccato capitale di governo e Cts
Cronaca / Sparatoria ad Ardea, morti un anziano e due fratellini. L’aggressore barricato in casa si è suicidato
Cronaca / Caos sul mix di vaccini. “Ci state trattando come cavie”. E c’è chi chiede di continuare con AstraZeneca