“Ho ucciso per amore”, giovane confessa su Facebook prima di essere arrestato per omicidio

Alberto Pastore, 23 anni, è stato arrestato con l'accusa di aver ucciso a coltellate un coetaneo

Di Anna Ditta
Pubblicato il 26 Ago. 2019 alle 12:45 Aggiornato il 26 Ago. 2019 alle 12:46
0
Immagine di copertina

“Ho ucciso per amore”, giovane confessa l’omicidio su Facebook

“Voglio scusarmi con tutti, ho fatto una cazz… per amore”. Il giovane fermato la notte scorsa a Borgo Ticino, in provincia di Novara, confessa l’omicidio su Facebook prima di essere fermato dai carabinieri, secondo quanto riporta l’agenzia Ansa.

Alberto Pastore, 23 anni, è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso a coltellate Y. L., un coetaneo con il quale aveva litigato per questioni sentimentali. Il delitto è avvenuto verso le 2 nella notte tra domenica e lunedì, davanti a un pub della frazione Campagnola di Borgo Ticino, secondo quanto riportato da NovaraToday.

Non è ancora chiaro se i due si fossero dati appuntamento per chiarirsi o se la lite sia cominciata nel locale e poi proseguita fuori. Pastore ha estratto un coltello e ha colpito Y. L., per poi darsi alla fuga.

I sanitari del 118, arrivati sul posto, hanno tentato di rianimare il giovane, senza successo.

“Ho scoperto troppe cose dal mio migliore amico”, si legge nel post su Facebook pubblicato da un profilo che porta il nome di Alberto Pastore, “Non potevo continuare in questo modo, sono stato preso in giro”.

“Nella mia vita ho commesso troppi errori e il mio errore più grande è questo. Mi mancherete tutti”.

Il post prosegue con alcuni saluti e ringraziamenti a familiari e amici e si conclude con queste frasi: “Molti non mi riconosceranno più come prima. È stata colpa di Y. L. Mi dispiace a tutti”. Pochi minuti dopo aver pubblicato il post il giovane è stato bloccato dai carabinieri.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.