Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:32
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

“Ho ucciso per amore”, giovane confessa su Facebook prima di essere arrestato per omicidio

Immagine di copertina

Alberto Pastore, 23 anni, è stato arrestato con l'accusa di aver ucciso a coltellate un coetaneo

“Ho ucciso per amore”, giovane confessa l’omicidio su Facebook

“Voglio scusarmi con tutti, ho fatto una cazz… per amore”. Il giovane fermato la notte scorsa a Borgo Ticino, in provincia di Novara, confessa l’omicidio su Facebook prima di essere fermato dai carabinieri, secondo quanto riporta l’agenzia Ansa.

Alberto Pastore, 23 anni, è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso a coltellate Y. L., un coetaneo con il quale aveva litigato per questioni sentimentali. Il delitto è avvenuto verso le 2 nella notte tra domenica e lunedì, davanti a un pub della frazione Campagnola di Borgo Ticino, secondo quanto riportato da NovaraToday.

Non è ancora chiaro se i due si fossero dati appuntamento per chiarirsi o se la lite sia cominciata nel locale e poi proseguita fuori. Pastore ha estratto un coltello e ha colpito Y. L., per poi darsi alla fuga.

I sanitari del 118, arrivati sul posto, hanno tentato di rianimare il giovane, senza successo.

“Ho scoperto troppe cose dal mio migliore amico”, si legge nel post su Facebook pubblicato da un profilo che porta il nome di Alberto Pastore, “Non potevo continuare in questo modo, sono stato preso in giro”.

“Nella mia vita ho commesso troppi errori e il mio errore più grande è questo. Mi mancherete tutti”.

Il post prosegue con alcuni saluti e ringraziamenti a familiari e amici e si conclude con queste frasi: “Molti non mi riconosceranno più come prima. È stata colpa di Y. L. Mi dispiace a tutti”. Pochi minuti dopo aver pubblicato il post il giovane è stato bloccato dai carabinieri.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 13.686 casi e 51 morti: tasso di positività al 2,4%
Cronaca / Ciro Grillo e i suoi tre amici andranno a processo per stupro di gruppo: rischiano fino a 12 anni
Cronaca / Covid, Friuli-Venezia Giulia passa in zona gialla da lunedì: Trieste ha l’incidenza più alta d’Italia
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 13.686 casi e 51 morti: tasso di positività al 2,4%
Cronaca / Ciro Grillo e i suoi tre amici andranno a processo per stupro di gruppo: rischiano fino a 12 anni
Cronaca / Covid, Friuli-Venezia Giulia passa in zona gialla da lunedì: Trieste ha l’incidenza più alta d’Italia
Cronaca / Tutto quello che sappiamo sulla nuova variante individuata in Sudafrica | VIDEO
Cronaca / Covid, dal 6 dicembre arriva il green pass rafforzato: ecco cosa cambia
Cronaca / Walter Schiavone, si pente anche il secondo figlio del boss “Sandokan”
Cronaca / Bus turistici: incentivi per andare verso mezzi green
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Cronaca / Il metallaro Pillon a duello con i Maneskin: “Io suonavo roba più dura”
Cronaca / In due settimane triplicate le classi in quarantena in Lombardia. Sono quasi mille