Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 10:35
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Chef Rubio commenta il ritorno di Silvia Romano e attacca Erdogan. Polemica sui social

Immagine di copertina

Chef Rubio commenta il ritorno di Silvia Romano: “Restiamo a pecora davanti all’infame Erdogan”. Scoppia la polemica sui social

Domenica 10 maggio 2020, Silvia Romano è finalmente tornata in Italia. Era stata rapita in Kenya un anno e mezzo fa, ma la volontaria ha potuto riabbracciare i suoi cari proprio nella giornata della Festa della Mamma. A commentare il suo ritorno è stato anche Chef Rubio via Twitter. “E pure sta volta se semo serviti dei servizi segreti dell’infame Erdogan (i nostri hanno fatto pippa), continuando a rimanere a pecora per dargli lo sbocco sul Mediterraneo ben servito. Grazie politici, grazie per sfruttare il cuore di chi fa del bene a vostro vantaggio”, questo il parere di Chef Rubio circa la liberazione di Silvia Romano.

C’è chi, nei commenti, lo ha criticato soffermandosi su un dettaglio, quello della bandiera riportata nel tweet. Un utente infatti specifica: “La bandiera turca è questa, hai messo quella tunisina. Per farti capire le tue conoscenze in materia”, un altro anche tuona: “Sei talmente capra che manco conosci la bandiera turca (l’hai confusa con quella tunisina)”.

Silvia Romano è tornata in Italia: il commento di Sgarbi

Anche Vittorio Sgarbi ha detto la sua in merito al ritorno della volontaria in Italia dopo un anno e mezzo di prigionia. Secondo il critico d’arte, la ragazza andrebbe arrestata perché nemica dello Stato: “Se mafia e terrorismo sono analoghi, e rappresentano la guerra allo Stato, e se Silvia Romano è radicalmente convertita all’Islam, va arrestata (in Italia è comunque agli arresti domiciliari) per concorso esterno in associazione terroristica. O si pente o è complice dei terroristi”, ha scritto Sgarbi via Facebook.

Leggi anche:

1. Salvini commenta la liberazione di Silvia Romano: “È chiaro che nulla accade gratis”/ 2. Silvia Romano ha cambiato nome: “Ora mi chiamo Aisha”/ 3. Libero e Il Giornale contro Silvia Romano: ecco le prime pagine shock dei due quotidiani sulla cooperante italiana

4. Sgarbi: “Silvia Romano va arrestata, o si pente o è complice dei terroristi”/ 5. “E’ stata trattata benissimo, però abbiamo pagato per liberare Silvia Romano”: il post dell’assessore leghista della Regione Lombardia / 6. “Mi sono convertita all’Islam, mia libera scelta senza costrizioni”: Silvia Romano parla della conversione

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’aggressione alla madre, un Tso e le segnalazioni dei vicini: chi era il killer di Ardea
Cronaca / Ardea, il killer "aveva già sparato altre volte". Ma nessuno aveva denunciato
Cronaca / Ventimiglia, uccide la ex in strada sparandole in auto. Il messaggio su Fb: “Non puoi nasconderti”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’aggressione alla madre, un Tso e le segnalazioni dei vicini: chi era il killer di Ardea
Cronaca / Ardea, il killer "aveva già sparato altre volte". Ma nessuno aveva denunciato
Cronaca / Ventimiglia, uccide la ex in strada sparandole in auto. Il messaggio su Fb: “Non puoi nasconderti”
Cronaca / Barillari (ex M5s) su Eriksen: “Cadono come mosche per i vaccini”. Ma il danese non è vaccinato
Cronaca / Sparatoria Ardea, la madre del killer: “Viveva isolato, non si curava”
Cronaca / Crisanti a TPI: “Tutto il Cts si deve dimettere subito, un casino apocalittico. Camilla sarebbe ancora viva”
Cronaca / In Italia 14 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi
Cronaca / Zingaretti, agli Open day ai ragazzi è stato somministrato Pfizer
Cronaca / Uccide un cucciolo di labrador a calci: passanti tentano di linciare l’aggressore
Cronaca / Ardea, la testimonianza: “L’obiettivo erano i bambini, l’uomo anziano ha provato a difenderli”