Catania, stupro di gruppo su 19enne americana: 3 giovani arrestati

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 26 Mar. 2019 alle 08:47 Aggiornato il 27 Mar. 2019 alle 13:37
0
Immagine di copertina

Tre ragazzi sono stati fermati dai carabinieri di Catania perché accusati di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una ragazza statunitense di 19 anni, che da circa tre mesi lavorava come babysitter Au Pair da una famiglia del posto.

Il presunto stupro è avvenuto il 15 marzo scorso in un’automobile nei pressi di piazza Europa. La scena dell’abuso è stata filmata con i cellulari. La ragazza si trovava con i tre presunti aggressori dopo una serata trascorsa in un bar di via Teatro Massimo.

La 19enne bloccata in auto insieme ai tre aggressori aveva tentato di nascosto di chiamare il 112, ma uno dei ragazzi lo scopre e glielo impedisce.

I giovani sono stati identificati grazie al filmato che la 19enne aveva fatto insieme a loro in un locale e da quello che le hanno inviato il giorno successivo.

La Procura di Catania ha emesso il fermo nei confronti di Roberto M., di 20 anni, Salvatore C. e Agatino S., 19 anni. Fermo che è stato convalidato dal Gip il quale ha disposto per i giovani la detenzione cautelare in carcere.

La vittima ha raccontato la violenza alla madre e la sorella che l’hanno spinta a denunciare. La famiglia in cui era ospite ha contattato un amico carabiniere che l’ha portata nella caserma di piazza Verga a presentare un esposto.

La 19enne è stata sentita dai magistrati del pool della Procura di Catania specializzato nei reati riguardanti la violenza di genere. I militari dell’Arma hanno acquisito alcune registrazioni audio-video fatte dalla 19enne all’interno del locale e un video inviatole sul suo profilo social la mattina successiva da uno dei ragazzi.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.