Covid ultime 24h
casi +10.874
deceduti +89
tamponi +144.737
terapie intensive +73

Murale di Carola Rackete imbrattato a Taormina, leghista lo oscura con uno spray

L'avvocato Giuseppe Perdichizzi ha imbrattato l'opera di Tv boy sulla capitana della Sea Watch 3 apparsa a Taormina il 6 agosto 2019

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 8 Ago. 2019 alle 10:19 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:23
0
Immagine di copertina

Murale di Carola Rackete imbrattato a Taormina

Il murale di Tv boy sulla capitana della Sea Watch 3 Carola Rackete, apparso nella notte tra il 5 e il 6 agosto 2019 a Taormina, è stato imbrattato.

A coprirlo il responsabile del movimento Noi con Salvini della città siciliana, Giuseppe Perdichizzi, che si è armato di una bomboletta spray nera per cancellare in modo definitivo il volto della capitana e del bambino rifugiato che portava in braccio nel disegno.

Il leader leghista su Facebook ha subito “rivendicato” lo sfregio.

“Bisogna indignarsi di fronte a chi santifica degli indagati per tentato omicidio strumentalizzando i rifugiati per fini di bassa politica”, ha scritto Perdichizzi sul social.

L’uomo, che è un avvocato, ha anche lasciato un biglietto accanto all’opera deturpata: “Noi stiamo con lo Stato italiano e la guardia di finanza, gli assassini in galera. Prima gli italiani e chi li difende. Grazie Matteo”.

Il titolo del murale dell’artista di strada è “Santa Carola protettrice dei rifugiati“, e ritraeva la capitana della Sea Watch con un bambino nero in braccio, che indossava un giubbotto di salvataggio.

Nel murale Carola portava in mano una valigetta di primo soccorso.

La capitana della nave Ong Sea Watch 3 è balzata agli onori della cronaca per aver forzato il blocco imposto dalle autorità italiane ed essere entrata nelle acque nazionali con a bordo i migranti soccorsi in acque libiche il 26 giugno scorso.

Scagionata dagli arresti domiciliari a cui era stata sottoposta subito dopo essere entrata nel porto di Lampedusa, adesso la capitana è tornata in Germania.

Ma non sarà più la capitana della nave.

È a lei che lo street artist ha dedicato il murale in Via Crocefisso, a Taormina, dove aveva lavorato nella stessa notte ad altre due opere: una dedicata allo scrittore Andrea Camilleri, scomparso a Roma il 17 luglio e l’altra dedicata al vincitore dell’edizione 2019 del Festival di Sanremo, Mahmood.

Santa Carola Rackete protettrice dei rifugiati: il murale sull’accoglienza a Taormina

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.