Covid ultime 24h
casi +10.593
deceduti +541
tamponi +257.034
terapie intensive -49

Salvini commenta l’uccisione a coltellate di un carabiniere a Roma: “Lavori forzati in carcere finché campa al bastardo”

Di Laura Melissari
Pubblicato il 26 Lug. 2019 alle 09:43 Aggiornato il 26 Lug. 2019 alle 16:07
0
Immagine di copertina

Salvini commenta l’uccisione a coltellate di un carabiniere a Roma: “Lavori forzati in carcere finché campa al bastardo”

“Caccia all’uomo a Roma, per fermare il bastardo che stanotte ha ucciso un Carabiniere a coltellate. Sono sicuro che lo prenderanno, e che pagherà fino in fondo la sua violenza: lavori forzati in carcere finché campa”. Sono le parole con cui Matteo Salvini ha commentato l’uccisione a coltellate di un carabiniere a Roma.

Salvini ha condiviso sui suoi profili social un articolo del Messaggero che titolava: “Roma, carabiniere ucciso a coltellate in centro: caccia a due nordafricani”.

L’omicidio si è verificato nella notte tra il 25 e il 26 luglio a Roma, in via Pietro Cossa, quartiere Prati.

Mario Rega Cerciello, vice brigadiere di circa 35 anni, stava facendo un controllo su due nordafricani, avevano una borsa sospetta.

I carabinieri stavano accompagnando una donna che aveva subito un furto, e che si era accordata con i due rapinatori per riavere la borsa.

Quando i militari li hanno bloccati, uno dei due ha estratto un coltello e ha pugnalato il vice brigadiere con sette coltellate.

Non sono serviti i tentativi di rianimazione dell’uomo. I due sospettati sono ancora in fuga.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.