Coronavirus:
positivi 13.303
deceduti 34.945
guariti 194.579

BolognaFiere: il CdA approva il progetto di bilancio 2019

Il Presidente Calzolari: "Ora ci aspetta una nuova sfida, che riguarda tutti: ripensare i propri modelli tenendo ancora in maggior considerazione fattori quali la salute, l’ambiente e la sostenibilità"

Di Redazione TPI
Pubblicato il 30 Mag. 2020 alle 15:28 Aggiornato il 30 Mag. 2020 alle 18:25
0
Immagine di copertina

BolognaFiere: CdA approva il progetto di bilancio 2019

Nel corso del secondo Consiglio di Amministrazione BolognaFiere dall’inizio dell’emergenza Covid-19, è stato approvato il progetto di Bilancio 2019, che sarà sottoposto ad approvazione della prossima Assemblea dei Soci, nonché a una più ampia riflessione sugli importanti risultati conseguiti nel triennio di mandato del CDA, guidato dal Presidente Calzolari, che si completa con l’approvazione del Bilancio 2019. L’attività della Società è stata caratterizzata, nell’ultimo triennio, dal raggiungimento di una serie di obiettivi che confermano l’immagine di un player ulteriormente consolidato in Italia e all’estero. Consolidamento dei risultati economici, ampliamento e restyling del Quartiere fieristico sulla base di quanto previsto dal Piano di Sviluppo e attivazione di nuove iniziative/partnership a scala nazionale e internazionale sono state le linee guida per il management e per i collaboratori della Società. Gli ambiti economico-finanziari evidenziano, nel progetto di Bilancio 2019, un Valore della Produzione che, dal 2016 al 2019, è passato da 132,4 milioni a 195,5 milioni di euro (+48 per cento).

Decisamente positivo anche il trend riferito a EBITDA (Margine Operativo Lordo) – passato da 21.2 nel 2016 a 34.1 milioni di euro nel 2019, con un incremento del 61 per cento e un’incidenza sul fatturato (nel 2019) del 17,3 per cento – che conferma le capacità del Gruppo di generale valore. L’EBIT registra, invece, un incremento del 74 per cento passando dai 6,6 agli 11,5 milioni di euro del 2019. Il Risultato d’Esercizio (ante imposte) si attesta a 9,1 milioni di euro. Relativamente alle opere previste per l’ampliamento e il restyling del Quartiere fieristico si sono completati, nei tempi definiti, i lavori di demolizione e ricostruzione dei padiglioni 29-30 (in soli 10 mesi) e l’avvio dell’edificazione del nuovo padiglione 37 che sta sorgendo nell’ex area 48. La nuova struttura incrementerà di ulteriori 15mila metri quadrati la superficie espositiva coperta del Quartiere e sarà inaugurata con l’edizione 2020 di Cersaie, prevista nel prossimo mese di novembre.

Sul fronte del core business, BolognaFiere negli ultimi anni ha ampliato e ulteriormente rafforzato il proprio network espositivo internazionale che la caratterizza fra i maggiori player mondiali con nuovi importanti appuntamenti: da quelli per l’editoria in Cina, Stati Uniti e Russia, all’articolato circuito espositivo riferito al mondo della Cosmesi che vede la Società presente in quasi tutti i continenti con le piattaforme Cosmoprof e Health&Beauty. “I risultati conseguiti in questo triennio – dichiara il Presidente Calzolari – riflettono la realtà di una Società con solide basi e con un know-how che le viene riconosciuto internazionalmente. L’emergenza Covid-19 determinerà, purtroppo, una temporanea discontinuità in un trend decisamente positivo che ci ha visto in costante crescita negli ultimi anni. La pandemia ha pesantemente inciso sull’economia globale e, di conseguenza, anche sull’attività fieristica, nazionale e internazionale, costretta a posticipi, sospensioni e cancellazioni della maggior parte degli eventi del primo semestre 2020.

Ci aspetta, ora, una nuova sfida – prosegue Calzolari – che riguarda l’intero sistema economico chiamato a ripensare i propri modelli tenendo ancora in maggior considerazione fattori quali la salute, l’ambiente e la sostenibilità. In questa nuova sfida le Fiere avranno ancora un ruolo centrale, per questo dobbiamo continuare a lavorare con una visione aperta a nuovi business e con grande proattività con le Istituzioni e il tessuto imprenditoriale; continuando a essere vetrine dell’innovazione e partner nella definizione delle strategie di sviluppo. La nostra attività – conclude Calzolari – riprenderà, con questi obiettivi, già nel mese di luglio sui mercati internazionali con l’appuntamento a Shenszhen per South China Beauty Expo, confermata nelle date 30 luglio-1 agosto; in autunno, ripartirà anche l’attività a Bologna con gli eventi riprogrammati fra i quali l’appuntamento con Cersaie, che inaugurerà il nuovo padiglione 37, accendendo l’attenzione su una delle eccellenze industriali del territorio”.

Leggi anche:

Idee innovative per la fase 2 del Covid-19: la creatività delle aziende ci porta nel futuro del “new normal”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.