Me

Bologna, incidente sulla A14: morti due operai travolti da un tir

Quando sono stati investiti gli operai stavano lavorando a un cantiere per il rifacimento della segnaletica orizzontale dell'Autostrada

Di Madi Ferrucci
Pubblicato il 6 Ago. 2019 alle 11:07 Aggiornato il 6 Ago. 2019 alle 13:13
Immagine di copertina
Immagine di repertorio

Nuovo incidente a Bologna, sulla A14, nel tratto di Borgo Panigale sono morti due operai, investiti da un tir mentre erano impegnati a lavorare in un cantiere autostradale, al chilometro nove del raccordo interno. Il camion il 5 agosto intorno alle 23 è entrato nella zona destinata al cantiere opportunamente segnalata e ha ucciso due persone che erano a lavoro rischiando di investire anche un terzo operaio.

Le vittime dell’incidente sono il 38enne Antonio Pizzutelli e il 46enne Salvatore Vani, originari della provincia di Frosinone. Entrambi lavoravano per una ditta che gestiva per conto di Autostrade i lavori di rifacimento della segnaletica orizzontale sulla carreggiata. Il restringimento per i lavori era stato segnalato con cartelli luminosi ma il tir non sembra averli notati.

Il conducente è un uomo di 62 anni, originario dell’Albania ma residente in Italia. Attualmente l’uomo è stato sottoposto all’alcol test per capire se l’incidente sia stato dovuto a una “distrazione” o a uno stato di alterazione psico-fisico. Il camionista è ora indagato per omicidio colposo.

Appena una settimana fa, il 30 luglio, nel medesimo tratto di strada all’altezza del chilometro 4,2 della carreggiata sud, si era verificato un altro incidente in cui sono rimasti coinvolti 3 mezzi pesanti, tra cui 2 tir che hanno preso fuoco. Nell’incidente è morto carbonizzato l’autista di uno dei tir.

Il tratto autostradale è inoltre tristemente famoso per il terribile incidente che esattamente un anno fa fece 145 feriti e due morti.

Incidente sulla A14, due tir in fiamme sulla tangenziale di Bologna. Un autista muore carbonizzato

Cosa sappiamo dell’incidente sulla A14 a Bologna