Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:18
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Bambino ucciso a Novara: compagno della madre tenta il suicidio

Immagine di copertina

Bambino ucciso a Novara: il compagno della madre tenta il suicidio | Nicholas Musi ha tentato il suicidio nel carcere di Novara. Il ventitreenne è attualmente detenuto con l’accusa di omicidio volontario pluriaggravato per la morte del bambino di 20 mesi Leonardo, figlio della compagna Gaia, anche lei in stato di fermo, ma ai domiciliari in una comunità poiché in stato interessante.

Il fatto è avvenuto nella notte tra lunedì 27 e martedì 28 maggio, poche ore dopo il funerale del piccolo, ma è stato reso noto solamente oggi dall’Osapp, l’Organizzazione Sindacale Autonoma
Polizia Penitenziari.

L’uomo ha tentato di impiccarsi, legando un lenzuolo alle inferriate della sua cella. L’intervento tempestivo delle guardie carcerarie ne ha evitato la morte.

La vicenda di cronaca ha scosso molto l’opinione pubblica nei giorni scorsi.

A detta del procuratore di Novara, Marilinda Mineccia, il piccolo ha subito una “violenza inaudita, non degna di un essere umano”.

Leonardo, deceduto in seguito a un violento colpo all’addome, con conseguente emorragia al fegato, si è poi scoperto essere stato in passato vittima di maltrattamenti reiterati.

Nicholas Musi ha precedenti penali per furto e precedenti di polizia per violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia, truffa, stupefacenti e percosse.

Entrambi inizialmente hanno negato qualsiasi responsabilità, affermando che il bambino fosse morto in seguito a una caduta dal letto.

Poi, la madre del bambino ha ammesso che a picchiare Leonardo fosse stato il suo compagno Nicholas negando però di aver avuto alcun ruolo nella vicenda.

Nicholas Musi dal canto suo si è trincerato dietro il silenzio, sino al tragico episodio di lunedì quando ha pensato che fosse meglio farla finita piuttosto che continuare a portarsi un macigno sulla coscienza.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Anche in Germania si avvicina Green pass per ristoranti ed eventi
Cronaca / Immunizzato il 61,3% della popolazione italiana
Cronaca / 27 morti e 4.845 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività scende al 2,3%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Anche in Germania si avvicina Green pass per ristoranti ed eventi
Cronaca / Immunizzato il 61,3% della popolazione italiana
Cronaca / 27 morti e 4.845 casi nell'ultimo giorno: tasso di positività scende al 2,3%
Cronaca / “Neanche la terza dose basterà, dovremo farne una quarta”. L’avvertimento del prof Silvestri
Cronaca / Papeete, sequestro da 500mila euro per evasione fiscale
Cronaca / Modena, operaia di 41 anni muore incastrata in un macchinario
Cronaca / La trapper Chadia Rodríguez accusata di una rapina con lo spray al peperoncino
Cronaca / Sardegna e Sicilia rischiano la zona gialla: i ricoveri superano la soglia del 10%
Cronaca / Come scaricare il Green Pass se non hai ricevuto l’sms
Cronaca / Pisa, il mistero dello studente morto carbonizzato: si indaga sulle chat di un gioco online