Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:28
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Antonello Montante, ex paladino antimafia di Confindustria è stato condannato a 14 anni di carcere

Immagine di copertina

Antonello Montante condanna 14 anni | Antonello Montante, ex responsabile legalità di Confindustria, è stato condannato a 14 anni di carcere.

L’ex presidente di Sicindustria era accusato di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e accesso abusivo a sistema informatico. Montante avrebbe creato il cosiddetto “Sistema Montante” una rete spionistica utilizzata per salvaguardare se stesso e colpire gli avversari dandogli la possibilità di essere la testa di un “governo parallelo” in Sicilia.

“Il leader di Confindustria creò un sistema illecito”, è l’accusa che arriva dopo due ore di camera di Consiglio del Tribunale di Caltanissetta.

L’ex responsabile legalità di Confindustria si proclamava un paladino dell’antimafia. La condanna è più alta dei 10 anni e 6 mesi che erano stati chiesti dal procuratore Amedeo Bertone.

Montante aveva scelto di essere giudicato con il rito abbreviato.

Condannati insieme a lui anche i componenti di quello che è stato definito il “cerchio magico”: 6 anni e 4 mesi per Diego Di Simone, l’ex ispettore della squadra mobile di Palermo e 4 anni per Marco De Angelis, funzionario della questura di Palermo.

E ancora, Gianfranco Ardizzone, ex comandante provinciale della Guardia di finanza di Caltanissetta, è stato condannato a 3 anni.

Assolto invece Alessandro Ferrara, ex dirigente generale delle Attività produttive.

L’inchiesta sul sistema Montante era stata avviata nel giugno del 2014, dopo le dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia.

L’inchiesta prendeva avvio dopo che i collaboratori di giustizia avevano parlato delle frequentazioni del paladino antimafia con famiglie mafiose.

Montante è ancora indagato per concorso esterno in associazione mafiosa.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sposato a sua insaputa: 39enne va in comune per il matrimonio e scopre di avere già una moglie
Cronaca / Torino, chiesto l’ergastolo per l’anarchico Cospito: si esprimerà la Corte costituzionale
Cronaca / Roma, scende dall’auto e viene investita: ragazza muore sul Gra
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sposato a sua insaputa: 39enne va in comune per il matrimonio e scopre di avere già una moglie
Cronaca / Torino, chiesto l’ergastolo per l’anarchico Cospito: si esprimerà la Corte costituzionale
Cronaca / Roma, scende dall’auto e viene investita: ragazza muore sul Gra
Cronaca / Soffocato da un pezzo di cornetto mentre fa colazione, morto un 88enne
Cronaca / Migranti, a 10 anni solo su un gommone: “Ho perso mio fratello”
Cronaca / 400 telefonate e 300 messaggi in 15 giorni alla ex mentre è ai domiciliari: arrestato
Cronaca / Guerra di condominio, coppia di ucraini minaccia una famiglia russa: “Tornate da Putin”
Cronaca / In Italia record di stazioni “non ufficiali” di polizia cinese per la repressione di Pechino
Cronaca / Ucraina, Papa Francesco: “Non abituiamoci all’idea della terza guerra mondiale”
Cronaca / Caso Orlandi, spunta l’audio shock: l’ex socio di De Pedis fa nomi e cognomi