Covid ultime 24h
casi +10.593
deceduti +541
tamponi +257.034
terapie intensive -49

15enne pugnala i genitori con un coltello e poi si butta in un burrone

La tremenda aggressione è avvenuta sull'isola di Tenerife

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 29 Ago. 2019 alle 12:20 Aggiornato il 29 Ago. 2019 alle 12:56
0
Immagine di copertina

15enne pugnala genitori e si butta in un burrone

Un ragazzo 15enne pugnala i genitori per poi buttarsi subito dopo in un burrone sull’isola di Tenerife, Spagna.

È quando accaduto sull’isola di Tenerife accanto a una stazione di autobus nella celebre spiaggia di Las Americas.

La polizia ha dichiarato che l’attacco è stato di una violenza inaudita, e ha iniziato a indagare sul caso.

Per le forze dell’ordine si tratterebbe di un caso di violenza domestica e sembra che lo stato mentale dell’adolescente abbia contribuito a causarlo.

L’aggressione è avvenuta in un’affollata area turistica, in cui le persone che hanno assistito alla scena sono rimaste scioccate.

Vicino al luogo dell’attacco si trovano diversi burroni rocciosi: uno di questi ha la forma di una cupola rovesciata, ed è qui che il ragazzo si sarebbe buttato dopo aver aggredito i genitori, probabilmente tentando il suicidio.

La madre del 15enne è stata condotta nel dipartimento d’emergenza di un ospedale e il padre è stato trasferito in ambulanza all’ospedale Universitario di Santa Cruz, a nord dell’isola.

L’adolescente è in fin di vita in un altro ospedale vicino all’area dell’aggressione.

Non è stato arrestato per via del suo stato mentale, ma è sotto sorveglianza da parte della polizia nazionale.

La polizia ha confermato che il ragazzo ha seri problemi mentali.

La famiglia si trovava a Tenerife perché risiede sull’isola e non si trovava lì solo per trascorrere le vacanze.

Uccide i genitori e il cane a coltellate: “Volevo cambiare sesso, non lo avrebbero accettato”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.