Me

Mondiale di calcio femminile 2019 in Francia, tutto quello che c’è da sapere

Immagine di copertina

Mondiale femminile 2019 | Calcio | Francia | Calendario | Gironi | News

Un anno fa, nell’estate del 2018, tutto il mondo aveva gli occhi puntati sulla Russia, dove si è svolto il Mondiale di calcio maschile. Un anno dopo, è il turno del Mondiale femminile 2019 di calcio, che si gioca dal 7 giugno al 7 luglio in Francia.

Ventiquattro nazionali, tra le quali ben nove provenienti dall’Europa (c’è anche l’Italia) si contendono dunque la vittoria dell’ottava edizione dei Mondiali femminili. Ai nastri di partenza si presentano anche le campionesse mondiali in carica, cioè le giocatrici degli Stati Uniti, che sono anche la Nazionale ad aver vinto in assoluto più edizioni dei Mondiali.

Si prevede dunque un mese di grande spettacolo in Francia, con la Coppa del mondo di un movimento – quello del calcio femminile – in costante crescita da anni. Ai Mondiali femminili ci sarà inoltre un’altra grande new entry: il VAR (Video Assistant Referee).

Di seguito, trovate tutto quello che c’è da sapere sul Mondiale femminile 2019.

Mondiale femminile 2019 | L’Italia

Sebbene la Nazionale italiana non arrivi in Francia con il favore dei pronostici, la squadra allenata da Milena Bertolini si presenta ai nastri di partenza della Coppa del mondo con una buona dose di entusiasmo. Frutto non solo del rinnovato interesse nel nostro paese verso il calcio femminile, ma anche di una fase di qualificazione assolutamente positiva.

L’Italia, infatti, durante le qualificazioni, ha ottenuto 7 vittorie e una sola sconfitta. Inoltre, sono state ottime anche le prestazioni nelle amichevoli di lusso prima dei Mondiali: un pareggio contro la Francia e una vittoria sulla Svezia.

La prima partita della nostra Nazionale è fissata per il 9 giugno 2019 (ore 13) contro l’Australia, tra le più forti della competizione, allo Stade du Hainaut a Valenciennes.

mondiale femminile 2019

Tutto sulla Nazionale italiana di calcio femminile

Tutte le convocate della Nazionale italiana

Sara Gama: ecco chi è il capitano della Nazionale di calcio femminile | VIDEO

Chiara Marchitelli: ecco chi è il portiere della Nazionale di calcio femminile

Alia Guagni: chi è il difensore della Nazionale di calcio femminile

Cristiana Girelli: ecco chi è l’attaccante della Nazionale di calcio femminile | VIDEO

Barbara Bonansea: ecco chi è il bomber della Nazionale di calcio femminile

Mondiale femminile 2019 | Calendario | Date

Come già anticipato, i Mondiali femminili 2019 si disputano in Francia dal 7 giugno al 7 luglio.

Il calendario è così diviso: la fase a gironi si gioca tra il 7 e il 20 giugno; gli ottavi di finale tra il 22 e il 25; i quarti di finale tra il 27 e il 29. E ancora, le date delle semifinali sono il 2 e il 3 luglio.

Quando si gioca invece la finale? La finalissima del Mondiale femminile 2019 si disputa allo stadio Parc Olympique di Lione il 7 luglio. Ma il giorno prima, il 6, c’è anche la finale per il terzo e il quarto posto.

Il calendario delle partite della Nazionale italiana

Il calendario completo dei Mondiali femminili 2019

Mondiale femminile 2019 | Gironi

Al termine della fase di qualificazione ai Mondiali femminili 2019, le 24 squadre che hanno strappato l’accesso alla fase finale sono state suddivise in sei gironi da quattro.

Eccoli:

  • Gruppo A: Francia (paese ospitante), Sud Korea, Norvegia, Nigeria
  • Gruppo B: Germania, Cina, Spagna, Sud Africa
  • Gruppo C: Australia, Italia, Brasile, Giamaica
  • Gruppo D: Inghilterra, Scozia, Argentina, Giappone
  • Gruppo E: Canada, Camerun, Nuova Zelanda, Olanda
  • Gruppo F: Stati Uniti (Campioni in carica), Tailandia, Cile, Svezia

Accedono alla fase a eliminazione diretta le prime due classificate di ogni girone e le quattro migliori terze.

Tutto sui sei gironi del Mondiale femminile 2019

mondiale femminile 2019

Mondiale femminile 2019 | Le squadre favorite

Quali sono le squadre favorite per la vittoria finale? Sono diverse le Nazionali che sono attrezzate per trionfare ai Mondiali femminili 2019. Tra questi spiccano senza dubbio gli Stati Uniti, campioni in carica (hanno vinto il precedente Mondiale in Canada nel 2015) e unici ad aver vinto ben tre edizioni della Coppa del mondo di calcio femminile.

Gli Usa sono primi nel ranking Fifa e sono anche la Nazionale più titolata della storia: 3 mondiali, 4 Olimpiadi, 10 Algarve Cup e 8 Concacaf Championship (i tornei riservati ai paesi americani).

A guidare l’assalto alla corazzata a stelle e strisce ci sono le padrone di casa della Francia, quarte nel ranking, che vogliono approfittare della presenza massiccia di tifosi per bissare la vittoria mondiale della Nazionale maschile, trionfatrice in Russia nel 2018.

È messa molto bene anche la Germania, seconda nel ranking e campionesse olimpiche in carica. Le giocatrici tedesche sono anche le uniche nel nostro continente ad aver vinto per 8 volte gli Europei (oltre a 2 Mondiali).

Molto attrezzata anche l’Inghilterra, terza nel ranking, capace di ottenere durante le qualificazioni 7 vittorie e un pareggio, con 29 gol fatti e uno solo subito. Leggermente più indietro, invece, Giappone, Australia Canada.

Non è considerata favorita l’Italia, che però punta a essere una scomoda outsider. La nostra Nazionale manca dal Mondiale di calcio femminile dal 1999: in bacheca ha soltanto tre edizioni del Mundialito, un torneo amichevole che si disputava negli anni ’80.

L’albo d’oro del Mondiale femminile 2019

Mondiale femminile 2019 | L’albo d’oro

I Mondiali femminili di calcio sono una competizione relativamente giovane, se consideriamo che quella del 2019 è l’ottava edizione.

Ecco chi ha vinto le varie edizioni del Mondiale femminile:

  • Canada 2015 – Stati Uniti (5-2 sul Giappone)
  • Germania 2011 – Giappone (3-1 ai rigori sugli Stati Uniti dopo il 2-2 dei tempi regolamentari)
  • Cina 2007 – Germania (2-0 sul Brasile)
  • Stati Uniti 2003 – Germania (2-1 sulla Svezia ai Golden Gol)
  • Stati Uniti 1999 – Stati Uniti (5-4 ai rigori sulla Cina dopo lo 0-0 dei tempi regolamentari)
  • Svezia 1995 – Norvegia (2-0 sulla Germania)
  • Cina 1991 – Stati Uniti (2-1 sulla Norvegia)

Mondiale femminile 2019 | Dove vederlo in streaming e in tv

Dove vedere i Mondiali femminili? In Italia, ad aggiudicarsi i diritti di trasmissione delle partite della Coppa del mondo è stato Sky Sport. Il Mondiale femminile 2019, dunque, sarà disponibile sui canali della pay-tv per tutti gli abbonati.

Ma ci sono buone notizie anche per coloro che non possiedono un decoder di Sky. Su un totale di 52 partite, infatti, la pay-tv ha l’esclusiva per 37 match. I rimanenti 15, invece, saranno visibili anche in chiaro sui canali Rai, sia su Rai 2 che su Rai Sport. Tra le partite in chiaro ci sono anche tutte quelle della Nazionale italiana.

Se invece non volete vedere le partite in tv ma preferite seguirle in streaming, avete due strade: SkyGo, l’app di streaming per tutti gli abbonati Sky, e RaiPlay, la piattaforma streaming di viale Mazzini, che a differenza di SkyGo è totalmente gratis (è solo necessario registrarsi).

Dove vedere i Mondiali in streaming e in tv

Mondiale femminile 2019 | La canzone ufficiale

In Italia, in vista dei Mondiali femminili 2019 è stata scelta anche una canzone ufficiale. Una colonna sonora che accompagna quindi l’avventura delle azzurre, nella speranza di spingere la nostra Nazionale oltre i propri limiti.

La canzone in questione è un rifacimento di una delle ultime hit di Tormento, il cantante ex Sottotono che nei mesi scorsi ha pubblicato un singolo insieme al rapper J-Ax. La canzone in questione si intitola “Acqua su Marte”.

Tormento ha poi registrato una nuova versione della canzone, inserendo il testo diverse citazioni e riferimenti alla nazionale italiana di calcio femminile.

A questo link la canzone ufficiale di Sky Sport per i Mondiali femminili 2019

Mondiale femminile 2019 | Calcio femminile, un movimento in crescita

Il calcio femminile è un movimento in costante crescita. In alcuni paesi, come gli Stati Uniti, è una realtà conosciuta e affermata, mentre in altre zone del mondo l’attenzione del pubblico verso questo sport è aumentato solo negli ultimi anni.

Fa parte di questo secondo gruppo di paesi anche l’Italia, dove solo nell’estate del 2018 il movimento femminile è passato al professionismo, nonostante la presenza in campionato di molte società importanti come Juventus, Milan, Fiorentina e Roma.

L’attenzione mediatica nei confronti del calcio femminile, del resto, è aumentata molto a partire dalla stagione 2018-2019, la prima organizzata sotto l’egida della FIGC e per la trasmissione della quale la pay-tv Sky Sport si è aggiudicata i diritti televisivi, promuovendone lo sviluppo e la visibilità grazie a una programmazione dedicata.