Me

Salvini vittima di un nuovo selfie beffa a Lecce: “Non siamo più terroni di m…?” | VIDEO

Salvini selfie Lecce | Insieme agli striscioni, i “selfie beffa” sono diventati la nuova forma di protesta contro il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini.

Per esprimere il proprio dissenso e renderlo quanto più virale sui social, sempre più giovani si presentano ai comizi politici, si avvicinano al leader della Lega, gli chiedono un selfie per poi incastrarlo con qualche frase.

Le minacce alla ragazza del selfie beffa con Salvini: “Se lo rifai ti spezziamo le dita”

L’ennesimo selfie beffa con Salvini è stato a Lecce, in Puglia, dove un ragazzo ha sorpreso il leader della Lega citando un insulto ai meridionali che lui stesso aveva pronunciato.

Credevo fosse opposizione, invece erano striscioni

“Non siamo più terroni di m…?”. La domanda ricorda quella pronunciata da Valentina, la studentessa di Baronissi, che lo scorso maggio a Salerno aveva bloccato il vicepremier leghista.

Tutti gli striscioni contro Salvini | FOTO

Salvini durante il comizio a Lecce, in piazza Sant’Oronzo, ha commentato proteste: “Mi piacciono quelli che mi attaccano perché di solito hanno il portafogli pieno e sono figli di papà. E dicono ‘fate arrivare gli immigrati perché tanto noi problemi a casa non ne abbiamo, non stiamo nelle case popolari”.

A Milano per la manifestazione sovranista: fotogallery