Me

Ufficializzate le dimissioni di Paolo Savona da ministro per gli affari Ue, le deleghe tornano a Conte

Immagine di copertina

Il ministro Paolo Savona si è ufficialmente dimesso. Sarà il premier Conte a svolgere le funzioni di ministro per gli affari europei.

A comunicarlo è palazzo Chigi con una nota: “A seguito delle dimissioni del prof. Paolo Savona da Ministro per gli affari europei, accettate con Dpr dell’8 marzo, le funzioni delegate al Ministro all’atto della nomina sono tornate come da prassi in carico al Presidente del Consiglio”, scrive la presidenza del Consiglio.

Si tratta di un incarico non ad interim, dal momento che si tratta di un dipartimento della Presidenza del Consiglio affidato pro tempore ad un Ministro senza portafoglio.

Lo scorso 8 marzo il presidente Mattarella ha nominato il prof. Savona Presidente della Consob, la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. La nomina era stata deliberata dal Consiglio dei Ministri del 7 marzo 2019.