Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Conte taglia una torta a forma di ponte di Genova: polemiche sui social

Il premier accusato di aver offeso la sensibilità delle vittime del disastro del viadotto Morandi

Immagine di copertina
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante l'inaugurazione dello stabilimento 'Fincantieri Infrastructure' nel veronese. ANSA/FILIPPO ATTILI/UFFICIO STAMPA PALAZZO CHIGI

Sta facendo discutere sui social network la foto del premier Giuseppe Conte che taglia una torta a forma di ponte, scattata a margine dell’inaugurazione del nuovo stabilimento Fincantieri in cui sarà ricostruito il ponte di Genova dopo il crollo del ponte Morandi.

Secondo alcuni l’immagine offende la sensibilità delle vittime del disastro e di coloro che a causa del collasso del viadotto hanno perso la casa.

“Si tratta di un tragedia, non di una festa di compleanno”, commenta su Facebook Brando Benifei, eurodeputato del Partito democratico.

“Chiedano scusa alle famiglie delle vittime, alla città di Genova, a tutto il Paese”, scrive un altro utente. E ancora: “Un sobrio modellino poteva pure bastare”, “che squallore”, “ditemi che è un’immagine falsa”.

Anche il comico Luca Bizzarri è intervenuto con un duro tweet contro il premier.

Nella foto si vede il premier Conte insieme a Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, e ad Angelo Tosoni, sindaco Valeggio sul Mincio, il Comune veronese che ospita la nuova fabbrica.

All’inaugurazione dello stabilimento, lunedì 11 marzo 2019, era presente anche il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, che nei mesi scorsi era finito al centro di una polemica analoga per aver posato sorridente, insieme al conduttore tv Bruno Vespa, davanti a un plastico del ponte Morandi.

Della ricostruzione del nuovo ponte, che sostituirà il viadotto crollato, si occuperà in particolare la società PerGenova, controllata da Fincantieri e Salini Impregilo.

“La realizzazione del nuovo ponte di Genova trascende l’economia, il lavoro coordinato di tre cantieri, Valeggio sul Mincio, Castellammare di Stabia, Sestri Ponente, rappresentano un abbraccio del Paese alla città ferita, un segno di solidarietà anche sul piano produttivo”, ha dichiarato il premier Conte durante la cerimonia di inaugurazione. “Nell’immagine del ponte spezzato c’è impressa la vulnerabilità delle nostre infrastrutture: non sia iconografia del dolore ma della rinascita del nostro Paese”.

Nei mesi scorsi Marco Bucci, sindaco di Genova e commissario straordinario per la ricostruzione del ponte di Genova, ha assicurato che la nuova infrastruttura sarà pronta entro la fine del 2019.