Me
Il chitarrista dei Negramaro è fuori pericolo: “Risponde agli stimoli”
Condividi su:
lele spedicato negramaro fuori pericolo
Emanuele Spedicato. Credit: Facebook/Negramaro

Il chitarrista dei Negramaro è fuori pericolo: “Risponde agli stimoli”

Colpito da un'emorragia cerebrale, il musicista è ricoverato nell'ospedale di Lecce dal 17 settembre

06 Ott. 2018
lele spedicato negramaro fuori pericolo
Emanuele Spedicato. Credit: Facebook/Negramaro

È fuori pericolo il chitarrista Emanuele Spedicato, il chitarrista della band pugliese Negramaro colpito da una emorragia cerebrale.

A confermare l’evoluzione positiva delle condizioni di salute di Spedicato è l’ultima Tac di controllo. Il chitarrista dei Negramaro è ricoverato all’ospedale Vito Fazzi di Lecce idallo scorso 17 settembre, quando è stato colto dal malore.

Oggi Emanuele Spedicato è cosciente e vigile, e risponde agli stimoli. Anche se lentamente, le condizioni migliorano giorno per giorno, ma i medici ancora non hanno sciolto la prognosi.

Il musicista resta intubato e, se le sue condizioni dovessero continuare a migliorare, tra qualche giorno possa lasciare il reparto di Rianimazione. Lunedì scorso i medici con un bollettino ufficiale avevano annunciato che il chitarrista era tornato cosciente.

È stata la moglie Clio, incinta, a chiamare i soccorsi: l’ha trovato privo di sensi a bordo piscina della loro casa in Salento. Una volta sveglio il chitarrista ha lamentato un forte mal di testa per poi perdere nuovamente i sensi. Spedicato è grave ma non sarebbe in pericolo di vita.

“Scrivo grazie per il sostegno, per le preghiere e per l’energia positiva che state dimostrando”. Così aveva scritto Clio Evans per ringrazire chi è stato accanto a lei ed Emanuele.

Dopo giorni di silenzio e dolore, la moglie del musicista ha scritto un post su Instagram in cui ringrazia tutte le persone che hanno mostrato affetto nei confronti di Lele Spedicato.

“Già due volte, per esperienze personali, la natura… il corso degli eventi mi hanno messa davanti all’ineluttabilità della vita. E alla consapevolezza della fragilità umana”, scrive la donna sul social.

“Ma adesso è diverso perché lo STOP/PAUSE è accaduto alla persona più bella che io abbia mai conosciuto, al mio presente, al mio futuro. Al mio tutto. All’Amore in persona”, continua la moglie di Spedicato.

“Scrivo GRAZIE ad amici vicini e lontani, a sconosciuti e conoscenti, a star e a fan per il sostegno, per le preghiere e per l’energia positiva che state dimostrando. Sono certa che in qualche modo gli stia arrivando quest’ondata di amore, incoraggiandolo a reagire ancora più forte. E conoscendolo, anche Lele vi ringrazierebbe con un abbraccio uno ad uno!”, ha concluso Clio Evans.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus