Me
Niente X Factor 2018 per Asia Argento: il comunicato ufficiale di Sky Italia
Condividi su:
asia argento news x factor
Asia Argento

Niente X Factor 2018 per Asia Argento: il comunicato ufficiale di Sky Italia

Sky ha ufficialmentente deciso di escludere l'attrice dalla prossima edizione del talent. E già circolano i nomi dei sostituti

04 Ott. 2018
asia argento news x factor
Asia Argento

Asia Argento non parteciperà come giudice alla edizione 2018 di X Factor. Ora è ufficiale. Lo ha confermato con una nota Sky Italia.

“Di comune accordo con Asia Argento, Sky Italia e FremantleMedia Italia hanno deciso di interrompere la collaborazione con l’artista per tutelare i concorrenti rispetto a una vicenda che è estranea a loro e al programma e che distoglierebbe l’attenzione dal vero fulcro di X Factor, la musica e il talento”, si legge nel comunicato.

L’attrice infatti non rientra più nei piani di Sky viste le accuse di molestie nei confronti di un minore (Jimmy Bennett) che hanno fatto tanto rumore in queste settimane (qui tutto quello che c’è da sapere sul caso).

A difenderla è intervenuto Manuel Agnelli, uno degli altri giudici. “Sono addolorato perché sono amico di Asia e sono convinto che sia una persona facilmente attaccabile, molto fragile con un sacco di scheletri nell’armadio, come li ho anche io. Ma questa vicenda ha raggiunto vertici di distorsione pericolosi, perché il New York Times non può essere un tribunale: se non ci sono giudici e tribunali non ci può essere una condanna così mostruosa. È stato uno schifo a livello di comunicazione”.

Sono le parole di Manuel Agnelli, leader degli Afterhours e giudice di X Factor, che ha commentato l’esclusione ufficiale di Asia Argento da programma, dopo le accuse di aver molestato l’allora minorenne attore Jimmy Bennett, durante le riprese di un film. “Asia ha fatto molto bene, faceva bene alla giuria: questa è stata la migliore con cui ho lavorato. Sarebbe stato interessante che ci fosse perché dal punto di vista musicale avrei fatto un percorso con lei perché aveva una direzione simile alla mia. Professionalmente sono addolorato e molto triste per la vicenda”, ha detto ancora Agnelli.

Di opinione contraria l’altro giudice, Fedez, che pochissimi giorni fa si è sposato con Chiara Ferragni. “Giusta la scelta di sostituire Asia per tutelare i concorrenti. Io sono sicuro e spero che la scelta del quarto giudice sia presa con lo stesso intento e non per fare spettacolo”, ha detto il rapper.

Per sapere chi sarà il quarto giudice bisognerà aspettare ancora una settimana: “La decisione andrà presa entro la settimana prossima per dare la possibilità a chi entrerà di lavorare con i ragazzi”. Così Nils Hartmann, direttore delle produzioni originali Sky, ha detto durante la conferenza stampa di presentazione della dodicesima edizione di X Factor.

La posizione dell’azienda che trasmette il famoso talent, firmato Fremantle Media, è sempre stata chiara: se confermate le notizie diffuse dal New York Times di molestie su un minore, la sola scelta possibile sarebbe stata l’allontanamento dell’attrice dal programma.

Dopo che il quotidiano americano ha ribadito l’autenticità delle sue fonti, che Bennett ha parlato e la pubblicazione di foto e sms, è praticamente certo che l’Argento sia fuori dai giochi.

Fuori da X Factor, ancora prima del suo inizio e nonostante la sua smentita. Manca ancora l’ufficialità, ma – secondo il quotidiano nazionale -sarebbe soltanto un pro forma. Una questione di giorni, forse di ore perché arrivi.

E intanto sono già iniziati a circolare i nomi dei possibili sostituti. In primis quello di Simona Ventura che potrebbe quindi tornare sulla famosa poltrona.

Ma cosa è successo esattamente? 

Asia Argento è stata coinvolta in uno scandalo sulle molestie sessuali dopo la pubblicazione di un’inchiesta del New York Times, secondo la quale avrebbe versato dei soldi a Jimmy Bennett, il giovane attore che l’aveva accusata di violenza sessuale. asia argento news

L’attrice, paladina del movimento Me Too contro la violenza sulle donne, ha negato di aver mai avuto rapporti sessuali con Bennett, che l’ha accusata di violenze sessuali risalenti al 2013, quando lui aveva 17 anni.

Secondo quanto rivelato dal New York Times, Asia Argento avrebbe concordato di risarcire con 380mila dollari l’attore e musicista. Il giovane, oggi 22enne, sostiene di aver avuto dopo quella presunta violenza un crollo emotivo talmente forte da aver condizionato la sua carriera.

Asia Argento è stata tra le prime donne nel mondo del cinema a denunciare le molestie subite dal produttore Harvey Weinstein.

Per questo, lo scandalo svelato dal New York Times che ha travolto l’attrice italiana ha suscitato molte critiche e reazioni inaspettate anche da donne come Rose McGowan, che in passato l’hanno affiancata nelle sue denunce.

Chi è Asia Argento e quanti anni ha

Figlia del maestro di film horror Dario Argento e dell’attrice Daria Nicolodi, Asia Argento è nata a Roma il 20 settembre 1975 e ha 42 anni.

Sin da giovane decide di seguire le orme dei genitori. Inizia la sua carriera nella recitazione ma successivamente lavora anche come regista.

Ha esordito nel 1984 in Sogni e bisogni di Sergio Citti, poi è stata scelta da Moretti per Palombella rossa.

Tra i film più importanti in cui ha recitato ci sono Le amiche del cuore (Michele Placido, 1992), Perdiamoci di vista (Carlo Verdone, 1994), Compagna di viaggio (Peter Del Monte, 1996, David di Donatello per Cora, la ragazza che pedina Michel Piccoli), Viola bacia tutti (Giovanni Veronesi, 1997), New Rose Hotel (Abel Ferrara, 1998), cui seguono molti film americani e francesi.

Dal 2001 al 2007 è stata sentimentalmente legata al cantante dei Blu Vertigo,  Morgan, da cui ha avuto una bambina.

Nel 2008 ha sposato Michele Civetta, regista di videoclip italo-americano, da cui ha avuto un altro figlio. I due hanno divorziato alcuni anni fa.

Asia Argento è stata legata sentimentalmente allo chef Anthony Bourdin, fino alla sua morte per suicidio a giugno 2018.

Le accuse

Il primo versamento è avvenuto secondo il New York Times ad aprile 2018, dopo che Asia Argento si era esposta denunciando le molestie di Harvey Weinstein.

La violenza sessuale ai danni di Jimmy Bennett sarebbe avvenuta in una camera d’albergo in California, cinque anni fa, quando l’attrice italiana aveva 37 anni e il giovane ne aveva appena compiuti 17.

Il quotidiano statunitense cita i documenti degli avvocati dell’attrice e del ragazzo, che in un film del 2004 intitolato “Ingannevole è il cuore più di ogni cosa” vestì i panni del figlio di Asia Argento.

Tra le carte della documentazione ci sarebbe anche un selfie del 9 maggio 2013, in cui l’attrice e Jimmy Bennett vengono ritratti a letto.

Ma non solo: come si legge sul New York Times, ci sarebbero anche i dettagli sui tempi del risarcimento. Asia Argento avrebbe pattuito di versare 380mila dollari in un anno e mezzo, a partire da un versamento di 200mila dollari fatto ad aprile.

Intanto, una portavoce del dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles fa sapere che sul caso non sarà aperta nessuna indagine ma “verranno fatti degli approfondimenti”.

Le intenzioni dei detective sarebbero di parlare con Bennett che però non risulta essere stato ancora sentito dalla polizia.

La versione di Asia Argento

Asia Argento nega il contenuto dell’articolo pubblicato dal New York Times, definendo le notizie “assolutamente false” (qui le sue dichiarazioni).

In particolare, non nega di aver corrisposto dei soldi a Bennett. La parte della notizia contestata da Argento è quella sui presunti rapporti sessuali con il giovane attore americano.

Ma come mai allora Asia Argento ha pagato Bennett?

Ecco la sua versione:

“Quello che mi ha legata e Bennett per alcuni anni è stato solo un sentimento di amicizia terminata quando, dopo la mia esposizione nella nota vicenda Winstein, Bennett (che versava in gravi difficoltà economiche e che aveva precedentemente assunto iniziative giudiziarie anche nei confronti dei suoi stessi genitori rivolgendo loro richieste milionarie) inopinatamente mi rivolse una esorbitante richiesta economica”, prosegue la nota.

“Bennett sapeva che il mio compagno, Anthony Bourdain, era percepito quale uomo di grande ricchezza e che aveva la propria reputazione da proteggere in quanto personaggio molto amato dal pubblico”.

“Anthony insistette che la questione venisse gestita privatamente e ciò corrispondeva anche la desiderio di Bennett. Anthony temeva la possibile pubblicità negativa che tale persona, che considerava pericolosa, potesse portarci. Decidemmo di gestire la richiesta di aiuto di Bennett in maniera compassionevole e venirgli incontro. Anthony – prosegue l’attrice – si impegnò personalmente ad aiutare Bennett economicamente. A condizione di non subire più intrusioni nella nostra vita”.

Asia Argento conclude la nota con queste parole: “Dunque, questo è l’ennesimo sviluppo di una vicenda per me triste che mi perseguita da tempo e che a questo punto non posso che contrastare assumendo nel prossimo futuro tutte le iniziative a mia tutela elle sedi competenti”.

Le dichiarazioni di Jimmy Bennett al Nyt

La sera di giovedì 23 agosto Jimmy Bennett ha rotto il silenzio sul caso, inviando una nota al New York Times.

“Nei giorni scorsi non ho fatto dichiarazioni perché ero addolorato e mi vergognavo che tutto questo fosse reso pubblico”, ha affermato l’attore e musicista.

“All’epoca dei fatti ero minorenne – spiega ancora Bennett – e ho cercato giustizia nel modo che a me sembrava più appropriato perché non mi sentivo pronto ad affrontare le conseguenze che questa vicenda, se resa pubblica, avrebbe potuto comportare”.

“Molte donne e uomini coraggiosi hanno parlato delle loro esperienze e ho provato stima per il coraggio che hanno avuto nel rivelare cose di quel tipo”, continua l’attore, riferendosi al movimento Me Too.

“All’inizio non avevo mai rivelato la mia storia perché avevo deciso di gestirla in modo privato con la persona che mi aveva ferito”, si legge ancora nella nota.

“Il trauma – scrive ancora Bennett – si è risvegliato in me quando quella persona si è dichiarata essa stessa vittima”, scrive riferendosi alle accuse delle violenze mosse da Asia Argento al produttore Weinstein.

“Temevo che in quanto maschio le mie parole sarebbero state stigmatizzate. Non pensavo che qualcuno avrebbe compreso che cosa significa vivere quel tipo di esperienza da teenager”, continua l’attore e musicista.

“Ho affrontato molte difficoltà nella mia vita e affronterò anche questa. Vorrei superare questa vicenda, e ho deciso di andare avanti. Ma senza rimanere più a lungo in silenzio”.

  • Leggi anche i commenti:

Asia Argento testimonial di Me Too? È come un macellaio testimonial degli animalisti

Solo chi ha smarrito il senso della realtà può porre Asia Argento sullo stesso piano di Harvey Weinstein

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus