Me

Il portavoce Rocco Casalino guadagna più del premier Conte

Sul sito della presidenza del Consiglio sono stati pubblicati i compensi di segretari, consiglieri, ufficio stampa e membri dello staff di Palazzo Chigi

Immagine di copertina
Rocco Casalino, portavoce del premier Giuseppe Conte. Credit: Afp

Mercoledì 19 settembre sono stati pubblicati sul sito della presidenza del Consiglio i compensi dei dirigenti, o di chi ricopre un incarico equiparato, presso gli uffici di diretta collaborazione del presidente del Consiglio, dei vicepremier e dei sottosegretari alla presidenza del Consiglio. Rocco Casalino stipendio 

Nell’elenco è possibile leggere le retribuzioni lorda di segretari, consiglieri, ufficio stampa, esperti e membri dello staff.

Rocco Casalino, portavoce del premier Giuseppe Conte, guadagna oltre 160mila euro lordi all’anno, vale a dire più dello stesso Conte.

Non essendo parlamentare, l’attuale presidente del Consiglio percepisce una retribuzione annua pari a 114mila euro lordi.

L’anomala disparità di trattamento tra portavoce e premier si era già verificata in passato, ad esempio, quando presidente del Consiglio era Matteo Renzi, anch’egli non parlamentare.

Sul sito della presidenza del Consiglio non sono stati resi noti i compensi dei membri dell’ufficio del vicepremier Matteo Salvini. Alla voce che dovrebbe indicare la retribuzione, infatti, compare la didascalia “decreto di trattamento economico in corso di definizione”.

La pubblicazione delle retribuzioni è prevista dalla legge del 14 marzo 2013 sulla disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.

Ecco l’elenco completo con i relativi stipendi.

Ufficio del premier Conte

Andrea Benvenuti, segretario particolare dell’ufficio del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, guadagna 55.751 euro come trattamento economico ordinario; 21.150mila euro come retribuzione di posizione variabile e 8.100 euro come indennità di diretta collaborazione.

Giuseppe Busia collabora come consigliere giuridico dell’ufficio del presidente del Consiglio, nonché segretario generale del Garante della privacy, a titolo gratuito.

Tommaso Donati collabora come consigliere giuridico dell’ufficio del presidente del Consiglio a titolo gratuito.

Filomena Maggino collabora in qualità di esperta con l’ufficio del presidente del Consiglio a titolo gratuito.

Roberto Mastroianni collabora in qualità di esperta con l’ufficio del presidente del Consiglio a titolo gratuito.

Ufficio stampa e portavoce del premier

Rocco Casalino, capo ufficio stampa e portavoce del premier Conte, guadagna 91.696 euro come trattamento economico ordinario, 59.500 euro come retribuzione di posizione variabile e 18.360 euro come come indennità di diretta collaborazione.

Maria Chiara Ricciuti, vice capo ufficio stampa, guadagna 91.696 euro come trattamento economico ordinario e 37.500 euro come come indennità di diretta collaborazione.

Dario Adamo, responsabile editoriale del sito web e dei social media, guadagna 91.696 euro come trattamento economico ordinario e 24mila euro come come indennità di diretta collaborazione.

Carmelo Dragotta, collaboratore amministrativo, guadagna 55.751 euro come trattamento economico ordinario e 19,248 euro come come indennità di diretta collaborazione.

Laura Ferrarelli, collaboratrice del capo ufficio stampa, guadagna 50mila euro come trattamento economico ordinario e 18mila euro come come indennità di diretta collaborazione.

Massimo Prestia, collaboratore del capo ufficio stampa, guadagna 50mila euro come trattamento economico ordinario e 18mila euro come come indennità di diretta collaborazione.

Campagna regione lazio

Filippo Attili collabora come videomaker ma è pagato dal ministero dell’Interno, mentre da Palazzo Chigi riceve 37mila euro come come indennità di diretta collaborazione.

Ufficio del consigliere diplomatico del premier

Per Andrea Arnaldo, Pietro Benassi, Pierluigi D’Elia, Luca Di Gianfrancesco, Alessandro Gonzales, Anna Maria Tatarelli, Raffaella Valentini e Andrea Vitolo il decreto di nomina è ancora in corso di registrazione.

Ufficio del consigliere militare del premier

Per Luca Baione, Carlo Massagli e Francesco Pagnotta il decreto di nomina è ancora in corso di registrazione.

Ufficio del vicepremier Di Maio

Francesco Pietro Dettori, responsabile comunicazione, sociale ed eventi, guadagna 91.697 euro come trattamento economico ordinario, 30mila euro come come retribuzione di posizione variabile e 9.100 euro come indennità di diretta collaborazione.

Dario De Falco, capo della segreteria particolare, guadagna 55.751 euro come trattamento economico ordinario, 32.116 euro come come retribuzione di posizione variabile e 12.133 euro come indennità di diretta collaborazione.

Sara Mangieri, addetta stampa, guadagna 55.751 euro come trattamento economico ordinario, 32.116 euro come come retribuzione di posizione variabile e 12.133 euro come indennità di diretta collaborazione.

Massimo Bugani, vice capo della segreteria particolare, guadagna 55.751 euro come trattamento economico ordinario, 18.165 euro come come retribuzione di posizione variabile e 6.100 euro come indennità di diretta collaborazione.

Marco Bellezza, consigliere giuridico, guadagna 100mila euro annui.

Ufficio del vicepremier Salvini

Per Alessandro Amadori, Lorenzo Paolo Emanuele Bernasconi, Susanna Ceccardi, Claudio D’Amico, Iva Garibaldi e Paolo Visca i decreti relativi al trattamento economico sono ancora in corso di definizione.

Ufficio del sottosegretario Giorgetti

Pamela Morassi, consigliera per l’esame di questioni attinenti alla funzioni di indirizzo e coordinamento, guadagna 101.047 euro come trattamento economico ordinario.

Rita Trinci, segretaria particolare, guadagna 55.751 euro come trattamento economico ordinario e 12.250 euro come indennità di diretta collaborazione.

Filomena Guarillo, consigliera per le attività parlamentari, guadagna 55mila euro come trattamento economico ordinario.

Domitilla Giudice, responsabile della segreteria tecnica, guadagna 55mila euro come trattamento economico ordinario.

Stefano Gualandris, consigliere in materie tecnico economiche, guadagna 30mila euro come trattamento economico ordinario.

Per Carlo Magri, esperto nel campo della comunicazione politica, e Gianpiero Testa, addetto ai rapporti istituzionali, i decreti relativi al trattamento economico sono ancora in corso di definizione.

Ufficio del sottosegretario Crimi

Bruno Marton, segretario particolare, guadagna 45.900 euro come trattamento economico ordinario e 27.540 euro come indennità di diretta collaborazione.

Irene Gionfriddo, capo della segreteria tecnica, guadagna 32mila euro come trattamento economico ordinario e 16mila euro come indennità di diretta collaborazione.

Ufficio del sottosegretario Spadafora

Triantafillos Loukarelis, capo della segreteria tecnica, guadagna 45.900 euro come trattamento economico ordinario e 32.100mila euro come indennità di diretta collaborazione.

Domenico De Maio, vice capo della segreteria tecnica, guadagna 45.900 euro come trattamento economico ordinario e 26.100mila euro come indennità di diretta collaborazione.

Arcangelo Munciguerra, esperto in comunicazione, guadagna 35mila euro annui.

Emanuela Rocchi, segretaria particolare, è pagata dal ministero dell’Economia, mentre da Palazzo Chigi riceve 32mila euro come come indennità di diretta collaborazione.

Per Andrea Occhipinti, assistente personale, il decreto relativo al trattamento economico è ancora in corso di definizione.