Me
Maxi incendio sulla tangenziale di Bologna: “Colpo di sonno o distrazione alla guida”
Condividi su:
incidente.bologna

Maxi incendio sulla tangenziale di Bologna: “Colpo di sonno o distrazione alla guida”

Il mezzo coinvolto nell'incidente trasportava materiale infiammabile

08 Ago. 2018
incidente.bologna

Sono in corso le indagini per stabilire le cause dell’incidente che lunedì 6 agosto 2018 ha provocato due forti esplosioni lungo il raccordo tra la A1 e la A14 all’altezza di Borgo Panigale, in provincia di Bologna.

Il bilancio finale del maxi-incendio è di un morto e 145 feriti. La vittima è Andrea Anzolin, 42 anni, vicentino, l’uomo alla guida dell’autocisterna che ha tamponato un camion che trasportava fusti di solvente.

Sul caso è stata aperta una indagine per disastro colposo e omicidio. Gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

A due giorni di distanza sono principalmente due le ipotesi avanzate per spiegare come mai l’autocisterna guidata da Anzolin sia finita contro il camion che la precedeva, nonostante le segnalazioni di code.

La prima ipotesi è che l’uomo sia stato colto da un colpo di sonno, ma con il passare delle ore questa possibilità sembra sempre meno probabile.

La seconda ipotesi, che sta prendendo sempre più piede, è che il tamponamento sia stato causato da una distrazione, forse l’utilizzo di un cellulare al volante.

“Un dato importante è la registrazione delle immagini dell’incidente”, ha commentato al Giornale Radio Rai il procuratore di Bologna, Giuseppe Amato. Potrebbe esserci stato “forse un momento di distrazione o un colpo di sonno ma è troppo presto per dirlo con certezza”, ha aggiunto il magistrato.

L’incidente ha innescato l’incendio che dopo circa 4 minuti ha provocato l’esplosione della cisterna, che a sua volta ha determinato il crollo del ponte del raccordo. Il carico ha preso fuoco e ha dato il via a una serie di esplosioni a catena, che hanno interessato anche la vicina caserma dei carabinieri di Borgo Panigale, determinando il ferimento di 11 carabinieri, e due concessionarie vicine.

Amato ha escluso al momento, quanto al crollo del cavalcavia, la responsabilità di altri: “Mi pare che ci sia un evidente nesso di casualità immediato per cui l’implosione del ponte non è correlata ad un possibile difetto di costruzione”.

Il magistrato ha annunciato che sulla vicenda è stato aperto un “fascicolo a carico di ignoti dove si ipotizza il disastro colposo e ovviamente il reato di omicidio, lesioni colpose stradali plurime”.

Il maxi-incendio aveva bloccato l’autostrada A14 sul raccordo di Casalecchio, tra Bologna Casalecchio e il bivio con la Bologna-Taranto in entrambe le direzioni.

L’incidente ha avuto luogo sul raccordo autostradale, all’altezza di Borgo Panigale, nel tratto lungo il ponte della tangenziale, che è crollato. Le concessionarie di auto Fiat e Peugeot che si trovano sotto il ponte a quel punto hanno preso fuoco, causando numerose esplosioni secondarie dei mezzi lì presenti.

Le fiamme si sono poi allargate ad altre auto delle concessionarie che si trovano in via Caduti di Amola, a Borgo Panigale. Una colonna di fiamme si è alzata dal concessionario insieme a un denso fumo nero. I detriti dell’incidente sono schizzati lontano e hanno provocato danni anche agli edifici nelle vicinanze.

I vigili del fuoco sono intervenuti con un elicottero e sono riusciti a domare le fiamme di una delle due concessionarie.

Il traffico nella zona è stato completamente bloccato per diverse ore. cronaca bologna ultima ora incidente

La società Autostrade ha spiegato che la chiusura si è resa necessaria a causa di un camion in fiamme al chilometro 3.

All’interno del tratto chiuso il traffico è bloccato ed è stato chiuso anche il tratto sulla tangenziale di Bologna, tra Bologna Casalecchio e lo svincolo 3 in entrambe le direzioni.


“A causa incidente in autostrada si è verificata un’esplosione con conseguente incendio all’altezza di via Marco Emilio Lepido”, ha comunicato in un tweet la polizia municipale di Bologna. cronaca bologna ultima ora incidente


Alcuni utenti hanno condiviso i video dell’incendio scoppiato a causa dell’incidente. cronaca bologna ultima ora incidente

 

 

Chi è Riccardo Muci: il poliziotto eroe che ha salvato le persone durante l’esplosione sulla tangenziale di Bologna

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus