Me

Giorgia Meloni: “Una maglietta azzurra per i 5 milioni di italiani in povertà”

La leader di Fratelli d'Italia ha risposto a modo suo all'iniziativa di sabato 7 luglio, in cui migliaia di persone hanno indossato magliette rosse per solidarizzare con i migranti

Immagine di copertina
Giorgia Meloni

Giorgia Meloni risponde a modo suo all’iniziativa di sabato 7 luglio, quando moltissime persone in Italia hanno indossato delle magliette rosse per solidarizzare con i migranti.

La leader di Fratelli d’Italia ha pubblicato un video su Facebook in cui polemizza con l’iniziativa e ne lancia una tutta sua, invitando a indossare una maglietta azzurra per i 5 milioni di italiani che, secondo l’ultimo rapporto Istat, vivono sotto la soglia di povertà.

“Laura Boldrini, Gad Lerner, Roberto Saviano e una serie di altri personaggi hanno lanciato una campagna ‘maglietta rossa’ per chiedere più accoglienza. Io ho un sacco di magliette rosse però mi mancano il Rolex e l’attico a New York – dice Meloni nel video – quindi non mi metto a pontificare sull’immigrazione come fanno questi radical chic. Quello che voglio fare invece è indossare una maglietta azzurra, e chiedere a voi di farlo, in solidarietà con quei 5 milioni di italiani che sono sotto la soglia di povertà, perché è di loro che lo Stato italiano si deve occupare”.

Ecco il video:

 

Anche Matteo Salvini ha polemizzato con l’iniziativa delle magliette rosse in favore dei migranti, e anche lui se l’è presa in particolare con personaggi quali Roberto Saviano e Laura Boldrini.

Sul suo profilo Facebook, il leader della Lega ha pubblicato un collage, in cui Saviano e Boldrini compaiono con la maglietta rossa di fianco a Salvini stesso, che però indossa una t-shirt di tenore ben diverso, con su scritto “Divieto di svolta a sinistra”, con tanto di segnale stampato sopra.

“Ai sinistri che mi insultano dico: gli italiani hanno scelto e io sto con loro, fatevene una ragione!”, la didascalia corredata da faccina sotto il collage.

Saviano e Boldrini sono due tra i personaggi con cui Salvini si è scontrato più duramente negli ultimi giorni.

L’ex presidente della Camera, in un’intervista esclusiva rilasciata a TPI sabato 7 luglio, aveva dichiarato: “Salvini: un bullo, indegno anti-italiano, si crede forte ma nessuno gli dà retta. Spero che ai suoi fugli non avvenga ciò che lui sta riservando a tanti bambini”.

Salvini, dal suo profilo Facebook, aveva già replicato a Boldrini scrivendo: “I loro insulti e le loro minacce hanno un unico effetto, quello di darmi più forza. Rassegnatevi”.