Me

La Trattativa

È quello che ci hanno detto i mafiosi o quello che non ci hanno detto i politici? Il film di Sabina Guzzanti a Venezia

Immagine di copertina

“La Trattativa” è il nuovo film di Sabina Guzzanti, approdato fuori concorso alla 71esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Scritto, diretto e interpretato dalla Guzzanti, mette in scena i fatti finora noti sulla faccenda della trattativa Stato-Mafia.

La presunta trattativa tra Stato e Mafia è una negoziazione che si sarebbe svolta in seguito alla stagione delle bombe in Italia tra il 1992 e 1993.

“Cos’è la trattativa? Quello che ci hanno detto i mafiosi o quello che non ci hanno detto i politici?”, recita il trailer.

La pellicola vede la luce dopo quattro anni di lavori e si basa su fatti “verificati più di mille volte nel lavoro di riscontro che ho fatto insieme agli esperti di questa materia”, racconta la Guzzanti.

Il film ha già fatto storcere il naso. Il finanziamento ministeriale chiesto dalla Guzzanti è stato negato (il Ministero non ha neanche riconosciuto alla pellicola il titolo non oneroso di “film d’interesse culturale”), mentre alcuni esponenti del Partito Democratico hanno mostrato il loro disappunto per la scelta del logo del film, che ritrae un uomo con la lupara al centro dello stemma della Repubblica italiana.

IL TRAILER: