Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:13
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Tecnologia

Facebook, ecco come eliminare velocemente i post imbarazzanti

Immagine di copertina

Facebook, ecco come eliminare velocemente i post imbarazzanti

Con una nuova funzione, chiamata Gestisci attività, Facebook consentirà di eliminare i post più datati, e che per qualche motivo possiamo ritenere imbarazzanti. Fino ad oggi per cancellare i post incriminati bisognava ripercorrere all’indietro la timeline ed eliminarli manualmente: un’operazione piuttosto lenta e farraginosa.

Per questo il popolare social network ha comunicato l’introduzione di questa nuova funzione, Manage activity in inglese, al momento in fase di test negli Stati Uniti ma che presto dovrebbe essere diffusa in tutto il mondo. L’utente in questo modo potrà ritrovare facilmente i post pubblicati sul proprio profilo anche parecchi anni fa, identificandoli per contenuto, per immagini, o anche attraverso specifiche tag.

“Che tu stia entrando nel mondo del lavoro dopo l’università o abbia lasciato alle spalle una vecchia relazione sentimentale, sappiamo che le cose cambiano nella vita delle persone e vogliamo rendere più facile per te curare la tua presenza su Facebook per mostrare in maniera più precisa chi sei oggi. Ecco perché stiamo lanciando Manage Activity per aiutarti ad archiviare o eliminare i vecchi post, il tutto in un unico posto, facilmente e velocemente.

La funzione di archiviazione è per i contenuti che non vuoi più che gli altri vedano su Facebook, ma che desideri comunque conservare per te stesso. Ad esempio, potresti archiviare un post che hai pubblicato quando eri al liceo che trovi ancora divertente ma che preferiresti non venga visto da nessun altro”, si legge nella nota del social fondato da Mark Zuckerberg. Facebook ha inoltre confermato ufficialmente che la nuova funzione è attiva su Facebook Lite e sulla sua app ufficiale per iPhone e dispositivi Android.

Gestisci attività: come funziona e come rimuovere i post

In primis l’app di Facebook deve essere aggiornata all’ultima versione disponibile. Bisogna poi accedere al proprio profilo e cliccare  sul tasto identificato da tre puntini, posizionato a destra di quello blu con la scritta “Aggiungi una storia”. A quel punto si accede alle “Impostazioni del profilo” e basta selezionare la voce “Registro attività”.

Questa sezione è suddivisa in Filtri, Gestisci attività, Archivio e Cestino. Andando nella nuova funzione Gestisci attività si potranno dividere le ricerche impostando dei filtri: post; tutto; aggiornamenti tramite sms, registrazioni, note e altro; foto e video; post da altre app. Inoltre sono presenti le voci di ricerca data (inizio e fine per stabilire uno spazio temporale) e persone.

Si può così trovare un singolo contenuto incriminato, modificarne la privacy, nasconderlo dal diario, spostarlo nell’archivio o cancellarlo. Da segnalare come ogni elemento che cancelliamo tramite questa nuova funzione di Facebook resta nel cestino per 30 giorni, durante i quali può essere quindi ripristinato. Trascorso il mese il contenuto viene eliminato definitivamente. La funzione Archivio, infine, è una sorta di zona di mezzo dove gli elementi eliminati esistono ancora ma sono visibili solo dal possessore del profilo Facebook.

“Per semplificare la gestione di molti post contemporaneamente, Manage Activity ti consente di visualizzare e gestire i tuoi post in blocco. Abbiamo anche sviluppato filtri per aiutarti a ordinare e trovare ciò che stai cercando, ad esempio post con persone specifiche o pubblicati in un intervallo temporale specifico”, si legge infine nella nota del social network.

Leggi anche: 1. Sono più istruiti gli utenti di Facebook o di Instragram? La risposta in uno studio / 2. Influencer ed emergenza Coronavirus: è boom di interazioni / 3. Com’è cambiata la classifica degli influencer più seguiti durante il lockdown

Ti potrebbe interessare
Tecnologia / WhatsApp, nuove condizioni dal 15 maggio: cosa fare per continuare a usarlo
Tecnologia / Easy Mobility e la partnership con Too Good To Go: le nuove iniziative di Edenred Italia
Tecnologia / Nuove accuse a Facebook: “Approva pubblicità di gioco d’azzardo, alcolici e diete estreme ai minorenni”
Ti potrebbe interessare
Tecnologia / WhatsApp, nuove condizioni dal 15 maggio: cosa fare per continuare a usarlo
Tecnologia / Easy Mobility e la partnership con Too Good To Go: le nuove iniziative di Edenred Italia
Tecnologia / Nuove accuse a Facebook: “Approva pubblicità di gioco d’azzardo, alcolici e diete estreme ai minorenni”
Tecnologia / L’ultimo aggiornamento iOS 14.5 di Apple ci obbliga a decidere se continuare a farci “tracciare” dalle app o meno
Tecnologia / In Argentina un 30enne è diventato proprietario del dominio di Google pagando meno di 3 euro
Costume / Note audio troppo lunghe: la soluzione (geniale) di WhatsApp per i messaggi vocali
Costume / WhatsApp Pink, la versione rosa dell’app è una truffa
Tecnologia / Hacker rubano progetti di nuovi prodotti alla Apple e chiedono il riscatto: “Dateci 50 milioni di dollari”
Tecnologia / “Vivere con l’Intelligenza Artificiale”, un nuovo libro su costi e opportunità della rivoluzione tecnologica
Tecnologia / Nasce OsintItalia, l’associazione che usa l’Open source per fini solidali