Covid ultime 24h
casi +16.079
deceduti +136
tamponi +170.392
terapie intensive +66

Calcio: per la prima volta nella storia lo stadio San Siro di Milano ospita un match di Serie A femminile

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 5 Ott. 2020 alle 14:28
12
Immagine di copertina

Per la prima volta nella storia San Siro ospita un match di Serie A femminile

La Serie A femminile arriva nel tempio del calcio italiano: per la prima volta nella storia, infatti, un match del massimo campionato italiano femminile si disputa sul prato dello stadio Giuseppe Meazza, noto anche come San Siro, di Milano. La partita, in programma nella serata di lunedì 5 ottobre e visibile su Sky Sport con diretta a partire dalla 20,45, vede protagoniste Milan e Juventus, due delle compagini più attrezzate per vincere lo scudetto. “L’opportunità di giocare in un impianto che fino a qualche anno fa il calcio femminile si sognava è un’emozione e un piacere per tutti” ha dichiarato l’allenatrice della Juventus Rita Guarino.

In realtà non è la prima volta che due squadre femminili si affrontano al Meazza. Il 24 settembre 1974, infatti, lo stadio ospitò un’amichevole tra Italia e Scozia, che terminò con il risultato di 3 a 0 in favore della nazionale azzurra, allenata dall’ex giocatore dell’Inter Amedeo Amedei. La partita, che di disputò davanti a quasi mille spettatori, vide la presenza anche del cantante Adriano Celentano che a fine partita premiò la capitana Elena Schiavo. Il giorno seguente, i cronisti della Gazzetta dello Sport dedicarono un articolo all’evento calcistico titolandolo come segue: “L’Italia sembra l’Olanda purtroppo sono donne…”. Quarantasei anni dopo le cose sembrano essere fortunatamente cambiate.

Leggi anche: 1. L’intervista di Daria Bignardi a Elena Ferrante: “Essere donna è una straordinaria opportunità” / 2. Verona, al Festival della Bellezza i relatori sono quasi tutti uomini: è polemica / 3. Justine Mattera a TPI: “Mia figlia e la gara di ciclismo che ha sfavorito le bambine”

12
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.