Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

Il compleanno di Michael Schumacher: l’ex pilota tedesco compie 50 anni

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 3 Gen. 2019 alle 07:00 Aggiornato il 3 Gen. 2019 alle 07:10
0
Immagine di copertina

Michael Schumacher compleanno | 50 anni | Carriera | Incidente

Michael Schumacher compie 50 anni. L’ex pilota di Formula 1, numeri alla mano il più grande di tutti i tempi, è nato infatti il 3 gennaio 2019. Nessuno ha fatto meglio di lui nella storia dell’automobilismo: sette titoli mondiali tra il 1994 e il 2004, 91 Gran Premi vinti e 155 podi sono solo tre degli innumerevoli record della sua carriera.

Schumacher ha scritto pagine indelebili della storia della Formula 1, facendo appassionare milioni di sportivi, soprattutto italiani, che hanno tifato per lui negli anni passati dal tedesco alla Ferrari e conditi da 5 Mondiali.

> QUI TUTTO SULLA CARRIERA DI MICHAEL SCHUMACHER

Gli stessi tifosi che continuano a chiedersi oggi quali siano le reali condizioni di salute di Schumacher. Dopo il tragico incidente sugli sci che lo ha visto protagonista il 29 dicembre 2013 e che gli ha provocato gravi lesioni cerebrali, il sette volte campione del mondo di Formula 1 si è infatti ritirato nella sua villa di Gland in Svizzera, vicino al lago di Ginevra, dove sta portando avanti una lunga e lenta riabilitazione, assistito da una decina di medici.

Come negli ultimi cinque anni, dunque, il campione tedesco vivrà il suo compleanno in forma assolutamente privata.

> QUI L’INTERVISTA INEDITA DI SCHUMI PUBBLICATA PER I SUOI 50 ANNI – VIDEO

Michael Schumacher compleanno | Le parole della moglie Corinna

In occasione del 50esimo compleanno di Schumi, la moglie del pilota, Corinna Betsch, ha voluto rassicurare tutti i tifosi tramite una nota, rilanciata dal tabloid tedesco Bild. “Siamo lieti e vi ringrazio di cuore – ha detto Corinna – per la vostra voglia di festeggiare il cinquantesimo compleanno di Michael con lui e con noi. State certi che è in buone mani e stiamo facendo tutto il possibile per aiutarlo. E per favore, cercate di capire se, seguendo il desiderio di Michael, lasciamo un argomento sensibile come la sua salute, come sempre, nella privacy”.

> QUI LE PAROLE DI CORINNA SCHUMACHER PER I 50 ANNI DEL PILOTA

Dopo le parole di Luca Cordero di Montezemolo e Jean Todt, quindi, anche la moglie contribuisce a riaccendere la speranza sulle condizioni di salute del più volte campione del mondo di Formula 1. Secondo quanto dichiarato dai due amici ed ex colleghi di team di Schumi, il tedesco si è svegliato, sta meglio, ha guadagnato anche peso, ma non può farsi vedere in pubblico.

Michael Schumacher compleanno | L’incidente e la riabilitazione

Il 29 dicembre 2013, durante un fuoripista sugli sci sulle piste di Meribel, in Francia, Michael Schumacher rimane vittima di un terribile incidente. Dopo essere caduto e aver sbattuto la testa su una roccia, il tedesco subisce danni cerebrali gravissimi: va in coma e ci rimane per moltissimo tempo.

Assediata dai cronisti, che vogliono scoprire in che condizioni viva realmente l’ex pilota, la famiglia Schumacher chiede di mantenere uno stretto riserbo. Non filtra nulla, né sulla riabilitazione del campione, né sulle prospettive future.

A fine 2018, dopo 5 anni dall’incidente di Meribel, sia sulla stampa inglese che su quella tedesca circolano notizie incoraggianti sul tedesco, che fanno il paio con le dichiarazioni di Montezemolo e Todt.

> QUI JEAN TODT RACCONTA GLI ANNI CON SCHUMI 

Michael Schumacher compleanno | I record della sua fantastica carriera

Come premesso, i numeri della carriera di Schumacher sono incredibili: è suo il record di Mondiali vinti in generale (sette, di cui cinque con la Ferrari), ma anche quelli vinti consecutivamente e da campione in carica (cinque). Sono 91 le gare totali vinte, un record messo nel mirino da Lewis Hamilton.

Per 12 volte, inoltre, Schumacher si è qualificato tra i primi tre del Mondiale: un simbolo di quanto sia stato competitivo anche quando alla fine non ha vinto. È suo anche un piccolo record sulle pole position ottenute: non quello generale (68 contro le oltre 83 di Hamilton), ma quelle ottenute con la stessa scuderia (58 con la Ferrari). Allo stesso modo, 72 delle sue vittorie in Formula 1 sono arrivate con il Cavallino: nessuno ha fatto meglio con altre scuderie.

Per 221 volte è andato a punti: tra questi, 155 sono stati podi. La lista è ancora lunga. Ma più che i numeri, ciò che conta è quello che Schumacher ha rappresentato nel corso degli anni: un simbolo di tenacia, concentrazione e maturità.

A lui vanno i più sinceri auguri di tutta la comunità sportiva – e non solo – per una pronta guarigione. Nella speranza, un giorno, di rivederlo nel paddock prima di una gara.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.