Temptation Island, Aldo Grasso attacca Maria De Filippi: “Mostra la donna zerbinata”

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 9 Lug. 2020 alle 09:15
48
Immagine di copertina

Temptation Island, la dura critica di Aldo Grasso rivolta anche a Maria De Filippi

Anche quest’anno arriva la critica di Aldo Grasso per Temptation Island. Il noto critico televisivo del Corriere della Sera ha prontamente stroncato il programma di Maria De Filippi, che ogni anno si conferma essere il programma più atteso e seguito dell’estate dal pubblico di Canale 5: ma perché? “Io fatico sempre a capire perché la De Filippi faccia sempre fare alla donna la figura della zerbinata. Probabilmente sono gli ingranaggi spietati del format, sono le logiche del casting. Sta di fatto che il copione è un po’ sempre uguale”, ha spiegato Grasso.

Il critico poi scende nel dettaglio. “C’è l’uomo che si sente il gallo del pollaio e la relazione gli va stretta, mentre la donna lo venera, si dimostra dipendente da lui e decide di partecipare a Temptation Island perché ritiene questo momento televisivo come una verifica d’amore”. Si porta l’esempio di Ciavy, uno dei partecipanti di questa edizione, sicuramente il più discusso per il suo rapporto travagliato con Valeria. “Lui è il tipico partecipante di Temptation Island, quello che davanti agli amici si vanta di qualche debolezza caratteriale, che sa che è continuamente geolocalizzato dalla compagna. Tuttavia il suo ego è così grande e la velleità di apparire in televisione è la vera tentazione che gli fa perdere il controllo, lo espone al ludibrio di fronte al pubblico per le continue cafonate che fa”.

Leggi anche:

1. Temptation Island 2020: dalla diabolica Anna alla crisi di Sofia. E la Elia nicchia/ 2. Temptation Island: “5 motivi per cui il programma è diventato ipnotico”

48
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.