Striscia la Notizia, il fuori onda inedito di Mara Venier: “Vi butto fuori a calci in cu*o”

Di Antonio Scali
Pubblicato il 12 Mag. 2020 alle 16:22 Aggiornato il 12 Mag. 2020 alle 16:44
26
Immagine di copertina

Striscia la Notizia, il fuori onda di Mara Venier: “Vi butto fuori a calci in cu*o”

Striscia la Notizia ha trasmesso nel corso della puntata di ieri, 11 maggio, un fuori onda inedito riguardante Mara Venier. Nel corso del servizio la finta Venier, attraverso il deepfake e l’imitazione di Francesca Manzini, si è collegata con Flavio Insinna, il cui audio è stato doppiato e montato sulle immagini reali della sua ultima ospitata a Domenica In. Nel finto collegamento tra la finta Mara Venier e il finto Insinna viene nuovamente tirato fuori l’audio rubato al conduttore romano ai tempi di Affari Tuoi, con i pesanti commenti rivolti ad alcuni concorrenti.

La Manzini, nei panni della presentatrice veneta, chiede a Flavio Insinna come mai non sia stato espulso dalla Rai dopo quanto accaduto, con allusioni a protezioni da parte del Vaticano o di esponenti politici. Tutto lo sketch è però una sorta di preambolo per arrivare al cuore del servizio: un nuovo audio rubato di cui Striscia è in possesso, e che questa volta riguarda proprio la Venier.

Parte così un breve sonoro durante il quale si sente la vera Mara perdere le staffe: “… Che qui dentro deve rimanere Mara Venier. Io vi butto fuori a calci in c**o! Perché voi vi dovete vergognare di farmi lavorare così!”. Non è chiaro a chi si stesse rivolgendo la conduttrice di Domenica In, visto che l’audio non è né datato né contestualizzato.

Quel che sembra certo è che la questione non è chiusa qui. Alla fine del servizio, infatti, il finto Insinna aggiunge: “Ce ne sono altri”, alludendo ad altri fuori onda della Venier. Nei prossimi giorni, dunque, il tg satirico di Antonio Ricci potrebbe pubblicare nuovi audio compromettenti per la signora della domenica. Dopo il caso Insinna, sta dunque per scoppiare il caso Venier? Qui il video del servizio di Striscia di ieri.

Ricordiamo che recentemente la conduttrice era stata accusata dagli organizzatori-ispettori di Produzione CPTV ROMA per i suoi comportamenti: “L’aggressione verbale – offese personali, insulti irriferibili e minacce – immotivata e demenziale perpetrata nei confronti di un nostro collega nello svolgimento delle sue normali funzioni professionali, durante la trasmissione Domenica In, posta in atto dalla conduttrice del programma, è solo l’ultimo episodio increscioso di una lunga sequenza che impatta negativamente sull’intera categoria degli Ispettori di Produzione”, si leggeva in un comunicato.

“Da tempo si è in balìa dei disturbi umorali di conduttrici e/o conduttori televisivi che si tramutano in inaccettabili e insopportabili discriminazioni pur non sussistendo rilievi di carattere professionale. Pretendiamo rispetto personale e professionale valore sempre riconosciuto ai nostri interlocutori. Invitiamo la Direzione Aziendale ad adottare tutte le necessarie misure affinché ciò non si possa ripetere in futuro. Sollecitiamo le rappresentanze sindacali presenti in Azienda ad esercitare tutte le azioni utili alla tutela professionale dei lavoratori e soprattutto alla loro onorabilità”.

Mara Venier, dopo questo episodio, avrebbe negato in maniera netta tutte le accuse e ha comunicato che ha già incaricato i suoi legali di agire nelle sedi opportune. Che il servizio di Striscia abbia a che fare con le pesanti critiche rivolte alla conduttrice con questa nota dello scorso febbraio?

26
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.