Covid ultime 24h
casi +13.633
deceduti +472
tamponi +264.728
terapie intensive -28

Il mio nome è Thomas: trama e cast del film con Terence Hill

Di Marco Nepi
Pubblicato il 29 Dic. 2019 alle 17:46
0
Immagine di copertina

Il mio nome è Thomas: trama e cast

Questa sera, domenica 29 dicembre 2019, alle ore 21,20 su Rai 1 va  in onda il film “Il mio nome è Thomas” scritto, diretto e interpretato da Terence Hill. La pellicola è dedicata a Bud Spencer, amico e storico partner di Terence Hill in tantissimi film diventati dei veri e propri cult. Ma di cosa parla Il mio nome è Thomas? Qual è la trama? E il cast? Vediamolo insieme.

Trama

Il motociclista Thomas (Terence Hill), in sella alla sua Harley-Davidson, si reca nel deserto dell’Andalusia per ritrovare il suo vero io. Lungo il percorso incontra Lucia (Veronica Benedetta Bitto), una giovane ragazza che gli chiede di accompagnarla sulla sua moto verso sud. Inizialmente Thomas rifiuta, ma subito dopo salva la ragazza da due uomini che volevano darle una lezione per avergli rubato il portafogli e la accompagna fin dove lei desidera, per poi salire sul traghetto per la Spagna. A sorpresa però Lucia è salita anch’essa sul traghetto, giustificandosi con Thomas dicendogli di dover andare a trovare una zia in Spagna.

Mentre Lucia dorme, Thomas nota delle ferite sui polsi della ragazza, segno di un tentato suicidio motivato dal passato tormentato della ragazza. Da quel momento Lucia e Thomas cominciano a fare amicizia fin quando, a seguito di un litigio, la ragazza si arrabbia e gli ordina di andarsene. Appena partito Thomas avverte che Lucia è in pericolo, torna indietro e scopre che involontariamente la ragazza ha dato fuoco alla sua stanza. Una volta salvata la saluta per proseguire il suo viaggio.

Dopo alcuni giorni, Thomas raggiunge il deserto dell’Andalusia dove decide di prendere alloggio. Il giorno dopo Thomas scopre che Lucia lo ha raggiunto fin lì, e da quel momento i due cominciano a conoscersi sul serio, scoprendo di essere preziosi l’uno per l’altra. Tale amicizia è costellata anche da un ennesimo litigio tra i due, in cui Lucia scappa con la moto di Thomas, che è costretto ad attraversare il deserto a piedi per raggiungerla, riuscendo poi a perdonarla dopo averla sentita suonare il flauto, strumento che la ragazza suona con grande armonia.

Una sera la ragazza torna a trovare Thomas, ma mentre i due parlano Lucia, cardiopatica, ha un malore. In punto di morte, chiede a Thomas di stringerle la mano e spira serena guardando il cielo e rimembrando le parole del libro di Carretto, molto amato da entrambi. Sconvolto, Thomas torna in Italia dove qualche giorno dopo sente lo spirito di Lucia in sella insieme a lui sulla sua moto…

Il cast di Il mio nome è Thomas

Di seguito il cast del film in onda stasera su Rai 1:

  • Terence Hill: Thomas
  • Veronica Benedetta Bitto: Lucia
  • Guia Jelo: zia Rosario
  • Lorenzo Gasperini:
  • Giovanni Malafronte: cameriere
  • Matt Patresi: Max
  • Andy Luotto: priore

Il mio nome è Thomas: curiosità

Il mio nome è Thomas rappresenta il ritorno di Terence Hill alla recitazione cinematografica dopo oltre vent’anni dal suo ultimo film Potenza virtuale del 1997, che non fu mai distribuito nelle sale italiane. Si tratta della prima opera cinematografica in assoluto in cui l’attore recita con la propria voce, senza essere doppiato. A detta dello stesso Terence Hill, la gestazione del film è durata 10 anni prima di essere concretizzata.

Le riprese della pellicola si sono svolte dal 12 settembre al 12 novembre 2016 nei pressi di Almería (Spagna). La pellicola è stata girata negli stessi luoghi dove nel lontano 1967 si conobbero Terence Hill e Bud Spencer sul set del film Dio perdona… io no! di Giuseppe Colizzi. Proprio durante la pre-produzione del film, il 27 giugno 2016 muore lo stesso Bud Spencer; a seguito di ciò Terence Hill ha deciso di girare il film ad Almerìa e dedicarlo alla sua memoria.

Il titolo del film è cambiato più volte in fase di lavorazione: in origine è stato girato col titolo provvisorio La chiamavano Maryam mentre nel corso del 2017 in fase di post-produzione è stato cambiato in Me ne vado per un po’. Successivamente due mesi prima dell’uscita del film nelle sale è stato scelto il titolo definitivo, che richiama molto un precedente film con Terence Hill, Il mio nome è Nessuno del 1973.

La colonna sonora è di Pino Donaggio, ma il tema dei titoli di testa è stato composto da Franco Micalizzi; il fischio è di Alessandro Alessandroni, scomparso nel 2017, prima dell’uscita del film.

La pellicola è stata prodotta da Jess Hill (figlio di Terence) e da Vivi Film, e distribuita dalla Lux Vide, stessa casa di produzione di Don Matteo, fiction di successo di Rai 1.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.