Claudio Lippi a Io e te: “Il medico mi ha detto ‘Stai morendo'”

Di Antonio Scali
Pubblicato il 12 Giu. 2020 alle 18:38
47
Immagine di copertina

Claudio Lippi a Io e te: “Il medico mi ha detto ‘Stai morendo'”

Ospite della trasmissione Io e te di oggi, 12 giugno 2020, Claudio Lippi si è raccontato nel salotto di Pierluigi Diaco con la sua proverbiale autoironia e spontaneità. Il conduttore de La prova del cuoco, nel corso dell’intervista, ha anche ricordato un momento difficile della sua vita.

Durante la diretta di oggi pomeriggio su Rai 1, infatti, Diaco ha avuto un leggero malore: “Ho una forte emicrania – ha spiegato -. Ne soffro da tanti anni, stanotte non ho dormito. Ne ho una forma prepotente, se non prendi in tempo i farmaci rischia di persistere e persiste, ma questo è il lavoro più bello del mondo”.

A quel punto Lippi ha provato a sdrammatizzare: “Ma ti è venuto il mal di testa perché ci sono io? Si vede che hai l’occhietto un po’ spento, ma d’altronde con me davanti…”, ha detto, suscitando l’ilarità dello studio. Diaco ha poi chiesto al suo ospite se gli era mai capitato di andare in onda sentendosi male, e Lippi ha risposto raccontando un episodio molto privato.

“Stavo registrando delle puntate per un programma della concorrenza e la notte prima aveva avuto un malessere per il quale il medico mi aveva detto che dovevo andare a fare un elettrocardiogramma. Io però ci andai dopo la fine delle registrazioni  delle tre puntate. Il medico che mi visitò si fece portare un bicchiere d’acqua, era per lui. Poi mi ha detto ‘Stai morendo'”, ha rivelato Claudio Lippi.

“Sono fortunato a poter raccontare questo episodio. Ero riuscito a registrare tre puntate stando male. Il nostro lavoro a volte riesce a essere una medicina. Non condivido sempre lo slogan ‘The show must go on’, ma spesso è quello che accade”, ha concluso il conduttore.

Leggi anche: Stravolgimenti in casa Rai con Coletta: programmi cancellati, programmi nuovi e fiction in arrivo

47
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.