Sanremo, lo sfogo di Amadeus dopo le polemiche: “Ho capito chi sono i nemici”

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 28 Gen. 2020 alle 09:53 Aggiornato il 28 Gen. 2020 alle 09:56
644
Immagine di copertina

Sanremo, lo sfogo di Amadeus dopo le polemiche: “Ho capito chi sono i nemici”

È tornato a parlare di Sanremo, delle polemiche che lo hanno travolto e dei concorrenti della kermesse artistica dell’Ariston Amadeus. E lo ha fatto in una lunga intervista rilasciata a Leggo, dove il conduttore ha anche dato voce a qualche sfogo dopo essere stato accusato di sessismo per le frasi pronunciate nella conferenza stampa di presentazione della 70esima edizione del Festival della canzone italiana.

“La cosa che mi ha ferito di più è stata sentirmi accusare di sessismo da persone che mi conoscono bene e che sanno che non è vero”, ha dichiarato il conduttore Rai, il quale sostiene che la pioggia di critiche e insulti gli sia servita per capire “chi sono gli amici e chi no”. Per quanto riguarda la polemiche sul “passo indietro” Amadeus ha poi spiegato che “si è innescata una strana combinazione” per cui “alcune persone hanno deciso di attaccarmi”. E, dopo aver ribadito il suo dispiacere per quanto accaduto, ha detto che esiste qualcuno che più di tutti, dopo quella storia, lo ha ferito ma, proprio per questo, “non merita di essere citato”.

E per rimanere in tema “donne”, quando gli viene chiesto se in questo Sanremo ce ne sono tante o poche lui ha risposto: “Non mi sembra ci sia differenza con il passato. Anzi. Se proprio vogliamo dirlo, questo Sanremo è più rosa di tanti altri”. E per quanto riguarda un’altra polemica che si è accesa nei riguardi del festival, quella sulle modalità di ufficializzazione dei cantanti in gara: “a differenza del passato, quando i nomi dei cantanti in gara venivano svelati durante Sanremo Giovani, quest’anno abbiamo deciso di farlo il 6 gennaio durante la trasmissione abbinata alla lotteria Italia con l’incredibile partecipazione di tutti gli artisti. Una cosa bellissima, innovativa. Ma ho scoperto che a Sanremo anche i muri hanno le orecchie”. Amadeus è risentito nei confronti di chi ha “spoilerato” scaletta e ospiti: “Il rispetto del lavoro altrui viene al primo posto”.

Su Junior Cally, poi, il conduttore ha continuato con la sua apologia del cantante di cui è stata contestata – e ferocemente criticata – la partecipazione al festival: “Trovo ingiusto criticarlo senza averlo ascoltato. E anche metterlo al bando per una canzone, che non conoscevo, di tre anni fa. Anche perché, diciamoci la verità, non è tenendo Junior Cally fuori da Sanremo che si tutelano i giovani: oggi i ragazzini, puoi controllarli quanto vuoi, ma ci mettono un secondo con internet ad ascoltare tutto quello che vogliono”.

Infine Amadeus qualche critica dichiara di farsela: “Sono troppo istintivo. Troppo spontaneo. Nel bene e nel male. Ma io non ce la faccio a farmi scrivere tutto quello che devo dire. Certo, forse dovrei prepararmi un po’ meglio per le conferenze stampa”.

Leggi anche:

Sanremo, la nuova gaffe di Amadeus: “Le polemiche? Me ne frego”

Sanremo, la moglie di Amadeus Giovanna Civitillo difende il marito dalle accuse di sessismo, ma viene subissata di critiche sui social

Sanremo 2020, i compensi: quanto guadagnano le co-conduttrici e Amadeus

Sanremo 2020, Michelle Hunziker contro Amadeus: “Le donne sono ancora viste come oggetti da possedere”

Junior Cally resta in gara a Sanremo: ecco il vero motivo per cui Amadeus non lo caccia

Pedro, il concorrente che fece arrabbiare Amadeus all’Eredità, torna ad attaccare: “Hai la cipolla nel cervello”

644
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.