Covid ultime 24h
casi +13.633
deceduti +472
tamponi +264.728
terapie intensive -28

Alberto Angela: carriera, vita privata, stipendio, figli conduttore Meraviglie

Di Marco Nepi
Pubblicato il 22 Apr. 2020 alle 17:41 Aggiornato il 22 Apr. 2020 alle 18:07
1
Immagine di copertina

Alberto Angela: carriera, vita privata, stipendio, figli conduttore Meraviglie

Alberto Angela è un paleontologo, divulgatore scientifico, conduttore televisivo, giornalista e scrittore italiano famoso sopratutto per i suoi programmi di divulgazione come Ulisse e Meraviglie – La Penisola dei Tesori in replica oggi, 22 aprile, su Rai 1. Ma qual è stata fino ad ora la sua carriera? E la vita privata di Alberto Angela? Moglie? Figli? Di seguito tutte le informazioni sul popolare conduttore.

Carriera

Alberto Angela nasce a Parigi l’8 aprile del 1962, figlio del noto divulgatore scientifico Piero Angela e di Margherita Pastore in Angela. Sin da bambino ha spesso accompagnato il padre nei suoi viaggi. Dopo essersi diplomato in Francia, si iscrisse al corso di Scienze Naturali all’università La Sapienza di Roma, laureandosi infine con 110 e lode e un premio per la tesi, poi pubblicata. Continuò gli studi frequentando diversi corsi di specializzazione in università degli Stati Uniti d’America (Harvard, Columbia University, UCLA), approfondendo la paleontologia e la paleoantropologia. Parla correntemente italiano, inglese, francese e swahili.

Per oltre 10 anni ha svolto l’attività di scavo e di ricerca sul campo, partecipando a spedizioni internazionali alla ricerca dei resti fossili di antenati dell’uomo (paleoantropologia) nell’allora Zaire (oggi Repubblica Democratica del Congo), a Ishango, nel 1983 e nel 1984; in Tanzania (Olduvai e Laetoli) nel 1986, 1987 e 1988; nel Sultanato dell’Oman nel 1989, in Etiopia (valle dell’Awash) e in Mongolia nel deserto del Gobi, alla ricerca anche di resti di dinosauri e di mammiferi primitivi, nel 1991.

Nel 1991, in Etiopia, durante una spedizione internazionale alla ricerca di fossili di uomini preistorici, la colonna di fuoristrada di ricercatori nella quale si trovava, alla guida di un mezzo, cadde in un’imboscata tesa da tribù bellicose (Issa e Boimah) con sparatoria dalla quale uscì illeso. Alla propria attività di studioso ha fatto seguito la professione per la quale è più noto, quella di divulgatore scientifico, in particolare attraverso la televisione. Ha realizzato in questo settore riprese e servizi in tutti i continenti, su siti archeologici e paleontologici, centri di ricerca, santuari naturalistici e anche su etnie e culture in via di estinzione come Wairuru (Ande Peruviane), Hmong e Dao Rossi (confini Vietnam e Cina), Hazda (Tanzania meridionale), Boscimani (Namibia) e Pigmei (Congo).

In tv ha seguito le orme del padre Piero Angela. Ha iniziato a lavorare come conduttore per la Televisione Svizzera Italiana (RTSI) dopo essersi fatto notare per la sua comunicatività in seguito a un’intervista da lui rilasciata. Nel 1990, infatti, per questa emittente ideò, scrisse e condusse in studio il programma Albatros, una serie di 12 puntate di divulgazione scientifica. La serie fu in seguito riproposta in Italia da Telemontecarlo, segnando così il suo esordio italiano.

Nell’ambito dei programmi televisivi, come autore, tuttavia iniziò nel 1989, partecipando alla realizzazione di due documentari per la Rai. Alberto Angela è stato anche uno degli autori di: Superquark, (originato da Quark, da una costola del quale è nato anche Quark Atlante – Immagini dal pianeta, nel 1997); Quark Speciale, e Viaggio nel cosmo per Rai 1.

È inoltre l’autore e conduttore del programma Passaggio a Nord Ovest, su Rai 1. È il conduttore e assieme al padre anche l’autore del suo programma, Ulisse – Il piacere della scoperta, in onda dal 2000 su Rai 3 e poi su Rai 1. Inoltre Alberto Angela è curatore e conduttore della serie di documentari di arte Stanotte a…, in onda dal 2015 su Rai 1.

Per la satira televisiva, nel 2001 fu oggetto dell’imitazione da parte di Neri Marcorè nella trasmissione L’ottavo nano. Alberto Angela gradì l’imitazione di Marcorè al punto da aver preso parte ad uno degli sketch del comico.

Per Rai 1 ha realizzato anche il programma Meraviglie, andato in onda nel gennaio 2018 e riproposto anche nel marzo-aprile 2019 e nel gennaio-febbraio 2020.

Stipendio

Quanto guadagna Alberto Angela? Qual è il suo stipendio? Il popolare conduttore tv, così come il padre e tanti altri artisti e conduttori della scuderia Rai, detiene un contratto speciale che copre incarichi per diversi programmi e documentari e che viene sottoposto a rinnovo periodico. Essendo un volto storico e amato della rete, sia dal pubblico più maturo che da quello più giovane, allo scadere di ogni collaborazione il contratto di Alberto Angela, che non ha quindi un vero e proprio stipendio, viene rinnovato con ingaggi che sfiorano i 400 mila euro (secondo gli ultimi dati risalenti al 2017). A questi si uniscono i guadagni derivati dalle varie pubblicazioni scientifiche e libri, pubblicati sia con Mondadori che Rizzoli, che lo vedono sempre protagonista delle classifiche di vendita.

Alberto Angela: vita privata, moglie e figli

Alberto Angela è sposato (dal 1993) con Monica e ha tre figli maschi: Riccardo (classe 1998), Edoardo (classe 1999) e Alessandro (nato nel 2004). Negli anni il popolare conduttore tv ha cercato di mantenere il massimo riserbo sulla propria famiglia e vita privata. Solo una volta il presentatore si è sbottonato rivelando che la famiglia è molto unita e ha raccontato che la mattina inizia sempre con due caffè espressi, possibilmente in compagnia di Monica e dei figli coi quali ama scherzare raccontando delle barzellette.

Ciò nonostante, complici i social network, i figli più grandi di Alberto Angela di recente sono saliti alla ribalta per la loro bellezza e somiglianza fisica con il padre. Alberto Angela, infatti non è certo l’intellettuale emaciato e ingobbito dalle molte letture. Al contrario ha una corporatura prestante grazie alla sua passione per il nuoto: è altro 180 centimetri e pesa 80 chili. Non a caso in molti lo hanno soprannominato “l’uomo delle Meraviglie”.

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.