Covid ultime 24h
casi +31.084
deceduti +199
tamponi +215.085
terapie intensive +95

La Rai invita le ricercatrici dello Spallanzani a Sanremo, ma loro declinano: “No grazie, non possiamo”

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 4 Feb. 2020 alle 20:35 Aggiornato il 5 Feb. 2020 alle 13:32
1.4k
Immagine di copertina

La Rai invita le ricercatrici dello Spallanzani a Sanremo

A poche ore dall’inizio della 70esima edizione del Festival di Sanremo, la Rai ha invitato ad assistere alla kermesse anche le ricercatrici dell’Ospedale Spallanzani che hanno isolato il coronavirus.

A quanto si apprende, l’azienda ha rivolto un invito ufficiale a Rosaria Capobianchi, Francesca Colavita e Concetta Castilletti attraverso il ministero della Salute.

Poche ore prima anche il segretario della commissione vigilanza Rai in quota Italia Viva, Michele Anzaldi, aveva fatto notare come dare visibilità con un posto in prima fila alle tre ricercatrici durante l’evento televisivo del momento avrebbe rappresentato un segnale fortissimo da parte dell’azienda.

“In questi giorni il palco di Sanremo sarà il centro delle attenzioni di gran parte degli italiani. La Rai potrebbe mandare un messaggio di grande orgoglio per il nostro Paese: ospitare le tre ricercatrici, dare a loro quel palcoscenico per ringraziarle del loro grande impegno. Anche così si può mandare un messaggio contro gli allarmismi e contro chi alimenta paure. L’Italia ha le carte in regola per superare qualsiasi emergenza”, ha scritto Anzaldi in un post su Facebook.

Ma le ricercatrici hanno declinato l’invito. Una di loro, Concetta Castilletti, ha dichiarato all’Adnkronos che sarebbe impossibile lasciare il laboratorio per partecipare al festival in queste ore di intenso lavoro.

“Siamo impegnate a coltivare il coronavirus e a distribuirlo ai laboratori che dovranno studiarlo. E anche nelle attività di controllo per i test che potrebbero essere necessari”.

“Ringrazio anche a nome delle mie colleghe per questo pensiero, ma in questo momento privare il laboratorio di tre persone sarebbe davvero impossibile. Dopo l’annuncio di domenica ci siamo rese conto che mancare anche un solo giorno è complicato. Inoltre mi sembrerebbe poco rispettoso rispetto agli altri colleghi perché il risultato raggiunto con l’isolamento del virus è stato ottenuto da un’intera squadra”, ha detto Castelletti.

Anche l’Ospedale Spallanzani, con una nota formale, ha declinato l’invito, lasciando però aperta la possibilità che le tre virologhe possano prendere parte a una delle serata del Festival.

“Mi rammarico di non avere potuto accettare il lusinghiero invito alla partecipazione del personale di ricerca dell’Istituto da me diretto a partecipare al Festival di Sanremo, ma come certo comprenderà, visti i tempi stretti e la situazione di emergenza sanitaria in cui ci troviamo non è stato purtroppo possibile organizzare la partecipazione delle nostre ricercatrici. Porgo comunque anche a nome della dottoressa Capobianchi e del suo team i più sentiti ringraziamenti per la vostra attenzione”.

Questa la replica del direttore generale dell’Ospedale Spallanzani, Marta Branca, in risposta all’invito giunto per la presenza al Festival di Sanremo.

Leggi anche:

Chi sono le ricercatrici italiane che hanno isolato il Coronavirus allo Spallanzani

Coronavirus in Italia, psicosi razzista: “Alla larga dai cinesi!” (di G. Gambino)

Coronavirus: tutto quello che c’è da sapere sul virus cinese ed evitare la psicosi

1.4k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.