Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:52
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » Musica

Attacco hacker su YouTube: cancellato il video di Despacito da YouTube

Immagine di copertina
Un frame del video della canzone Despacito dopo l'attacco hacker

Al posto del video, gli hacker hanno pubblicato un'immagine con la scritta "Free Palestine". Sono stati hackerati anche i video di altre canzoni disponibili su YouTube

Due hacker hanno cancellato il video della canzone Despacito dalla piattaforma YouTube.

Cinque giorni prima la canzone aveva raggiunto il record di 5 miliardi di visualizzazioni, diventando la più visualizzata nella storia di YouTube.

Il video è stato rimosso dagli hacker e al suo posto è stata inserita un’immagine di copertina che mostrava cinque uomini con indosso una maschera e con delle armi puntate contro la telecamera.

L’immagine è stata presa dalla serie televisiva Netflix “La casa di carta”.

Cliccando su Play, la piattaforma YouTube segnalava che il video non era più disponibile.

Su un account Twitter che secondo la Bbc appartiene ai due hacker è stato postato: “Lo abbiamo fatto per divertimento, ho solo utilizzato lo script ‘youtube-cambia-titolo-video’ e ho scritto ‘hackerato'”.

Anche altri artisti, tra cui Shakira, Selena Gomez, Taylor Swift e Drake sono stati cancellati.

Gli hacker, che si sono dati i nomi di Prosox e Kuroi’sh, hanno scritto sotto il video di Despacito “Free Palestine”.

La canzone spagnola Despacito è uscita a gennaio 2017 e ha battuto diversi record del mondo della musica in streaming.

È rimasta al primo posto nelle classifiche degli Stati uniti per sedici settimane consecutive.

A luglio 2017 la Malesia aveva vietato la trasmissione del tormentone estivo Despacito sulle reti radiotelevisive di stato, a seguito di alcune proteste del pubblico riguardo il testo considerato osceno.

Ti potrebbe interessare
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Musica / De Gregori difende Salmo: “Gli sono grato. Ingiuste le limitazioni per i concerti”
Ti potrebbe interessare
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Musica / De Gregori difende Salmo: “Gli sono grato. Ingiuste le limitazioni per i concerti”
Musica / Salmo: “Ecco perché ho fatto il concerto contro le regole. Fedez, mi stai sul c**zo”
Musica / “Promuovi La Tua Musica”, il 12 settembre a Roma la prima tappa del contest
Musica / Justin Bieber scrive a Simone Biles: “So cosa significa guadagnare il mondo ma perdere la propria anima”
Musica / Rovazzi ha perso il tocco magico
Musica / I Maneskin sono primi al mondo su Spotify: su Instagram le loro foto da bambini
Musica / Antonello Venditti: “Io, bullizzato fino ai 16 anni, ho pensato al suicidio. Il ddl Zan ce l’ho dentro”
Musica / Riccardo Muti: “Sono stanco della vita. Dal MeToo alla musica, non è più il mio mondo”