Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 11:53
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Spettacoli » Musica

La confessione shock di Ed Sheeran: “Ho abusato di droga ed alcol, sono stato male”

Immagine di copertina

La confessione shock di Ed Sheeran: “Ho abusato di droga ed alcol, sono stato male”

Ed Sheeran racconta dei suoi scheletri nell’armadio. Il celebre cantante dai capelli rossi ha spiegato cosa si cela dietro il suo grande successo da popstar, raccontandosi al produttore cinematografico James Sebastiano Jr, per la raccolta “Chasing The Present”, una serie d’interviste con protagoniste celebrità, realizzate per aiutare chi sta affrontando percorsi terapeutici. Anche Ed Sheeran ha ripercorso le tappe della sua carriera, partendo dall’esordio per arrivare al successo internazionale, che non è stato comunque facile. Il cantante, 29 anni, ha parlato dei demoni che l’hanno accompagnato per anni finché non ha toccato il fondo.

Tutto ebbe inizio tra il 2014 e il 2015: all’epoca l’album “X” ebbe un grande successo (così come le canzoni “Don’t” e “Thinking out loud”). “Non vedevo mai la luce del sole. I bus che mi portavano da una città all’altra parcheggiavano nei sotterranei delle arene. Dormivo sul bus tutto il giorno, poi mi svegliavo, andavo a suonare, bevevo, risalivo sul bus. Non ho visto la luce del sole per circa quattro mesi. All’inizio era tutto divertente, poi iniziò a diventare triste”, ha confessato il giovane cantautore.

Fu così che si avvicinò al cibo, poi all’alcol e alle droghe. “Volevo abbuffarmi di gelato, mangiare quattro dessert, bere fino a stare male e vomitare. Cose come lo zucchero, i dolci, il cibo spazzatura, la cocaina, l’alcol…. Più ne prendi, più ti senti bene. Ma in realtà è la cosa peggiore che tu possa fare”, ha spiegato Ed Sheeran. “Penso che sia difficile affrontare la dipendenza: oggi so che la chiave per uscirne sta tutta nel trovare la giusta misura. Bere un bicchiere di vino significa fare qualcosa con moderazione e che probabilmente non influenzerà la tua giornata il giorno successivo. Ma scolarti due bottiglie di vino potrebbe renderti triste”.

Ed Sheeran: il peso del successo e la lontananza dai social

Nell’intervista, Ed Sheeran si racconta senza filtri. Parla del successo, della popolarità e del conseguente patrimonio (che oggi ammonta quasi a 200 milioni di sterline), un bottino che ha persino creato problemi in famiglia e con gli amici di una vita: “Cominciano a guardarti in modo diverso”, ha precisato il cantante. “Non credo che chiunque voglia diventare famoso, poi ci riesca. E quando ci si riesce, spesso si finisce a pensare: ‘Non è così divertente come pensavo’. Arrivi a suonare a Wembley e lo fai perché era il tuo obiettivo. Poi dopo cominci a dire: ‘E ora? Cosa devo fare?’. Non impari nulla dai tuoi risultati, ma solo dai tuoi fallimenti. Ho imparato di più suonando per una persona all’università di Exeter quando non c’era nessuno ad ascoltarmi rispetto a quando ho suonato per quattro sere allo stadio di Wembley”.

Da quel vortice di disperazione, Ed Sheeran ne è uscito più forte, si è lasciato tutto alle spalle e si è sbarazzato anche dei social. “Passavo 19 ore al giorno incollato allo smarpthone, smisi di essere creativo”, ha raccontato.

Leggi anche:

1. Ed Sheeran si prende una pausa dalla musica / 2. “Canzoni oscene e pornografiche”: Ed Sheeran e Ariana Grande censurati in Indonesia

Ti potrebbe interessare
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Musica / De Gregori difende Salmo: “Gli sono grato. Ingiuste le limitazioni per i concerti”
Ti potrebbe interessare
Musica / Morto Charlie Watts, batterista dei Rolling Stones
Musica / Il cantante degli Ex Otago: “Devo ritrovare serenità”
Musica / De Gregori difende Salmo: “Gli sono grato. Ingiuste le limitazioni per i concerti”
Musica / Salmo: “Ecco perché ho fatto il concerto contro le regole. Fedez, mi stai sul c**zo”
Musica / “Promuovi La Tua Musica”, il 12 settembre a Roma la prima tappa del contest
Musica / Justin Bieber scrive a Simone Biles: “So cosa significa guadagnare il mondo ma perdere la propria anima”
Musica / Rovazzi ha perso il tocco magico
Musica / I Maneskin sono primi al mondo su Spotify: su Instagram le loro foto da bambini
Musica / Antonello Venditti: “Io, bullizzato fino ai 16 anni, ho pensato al suicidio. Il ddl Zan ce l’ho dentro”
Musica / Riccardo Muti: “Sono stanco della vita. Dal MeToo alla musica, non è più il mio mondo”