Claudia Mori: tutto quello che c’è da sapere sulla moglie di Adriano Celentano

Di Cristina Migliaccio
Pubblicato il 19 Feb. 2019 alle 07:00 Aggiornato il 27 Feb. 2019 alle 15:50
0
Immagine di copertina

CLAUDIA MORI – È uno pseudonimo, quello di Claudia Mori (che risponde al nome di Claudia Moroni), e la sua carriera nel mondo dello spettacolo cammina di pari passo all’uomo che ha sposato: Adriano Celentano, l’iconico cantante a cui è stata dedicata la serie animata “Adrian” in onda su canale 5.

Sapevate che Claudia Mori è stata giudice di X Factor? O che ha prodotto delle fiction come “C’era una volta la città dei matti”? O che ha pubblicato un libro intitolato “Due guerrieri innamorati” dedicato alla sua storia d’amore con Adriano Celentano?

Vediamo tutto quello che c’è da sapere su Claudia Mori.

Claudia Mori | Carriera | Vita privata

Gaelotto fu il set di “Uno strano tipo”. Prima di conoscere Adriano su quel set cinematografico, Claudia Mori (classe 1944) aveva avuto una relazione con il calciatore Francisco Lojacono.

Grazie a quel film, Adriano lasciò la fidanzata dell’epoca (Milena Cantù) e l’anno successivo sposò la Mori in gran segreto nella chiesa di San Francesco a Grosseto.

“Ma dimmi, Adriano, 52 anni fa, quando ci siamo incontrati per la prima volta ad Amalfi per girare il film ‘Uno strano tipo’ (io non volevo farlo, fu mia sorella a insistere; era una tua fan scatenata. Io no), folgorati dalla bellezza di entrambi, stravagante, misteriosa, fuori dalla norma in ogni nostro gesto o silenzio, potevamo immaginare tutto quanto stiamo vivendo da 52 anni? 50 di matrimonio + 2 di fidanzamento burrascoso!” questo è l’estratto del libro “Due guerrieri innamorati”, che Claudia Mori ha pubblicato come omaggio al loro legame.

Nel 2019, il loro matrimonio è intatto e dal loro amore sono nati tre figli: Rosita (1965), Giacomo (1966), e Rosalinda (1968), tutti devoti all’arte (Rosita è una conduttrice televisiva, Rosalinda un’attrice e Giacomo un cantautore).

Claudia Mori | Carriera | Filmografia | Discografia

Era il 1959 quando la Mori interpretò il suo primo ruolo da protagonista: il film s’intitolava “Cerasella”. A questo, sono seguiti “Rocco e i suoi fratelli” di Luchino Visconti (1960) e “Sodoma e Gomorra” di Robert Aldrich (1962).

Il 1963 è stato l’anno in cui Claudia Mori ha recitato nel film “Uno strano tipo”, set che ha permesso all’attrice di conoscere Adriano Celentano (divenuto poi suo marito).

Dopo aver recitato nel film “Super rapina a Milano”, la cui regia è stata firmata dallo stesso Celentano, Claudia Mori ha scelto di rallentare la sua carriera d’attrice per focalizzarsi sulla musica: di fatto, nel 1964 ha inciso il suo primo album.

Claudia mori e Adriano Celentano

Celentano e la Mori hanno cantato in duetto i brani “La coppia più bella del mondo”, “30 donne del West” e “Chi non lavora non fa l’amore”, e proprio con quest’ultimo hanno vinto il Festival di Sanremo 1970.

Il ritorno al cinema della Mori è avvenuto al fianco del marito, nei film “Er più – Storia d’amore e di coltello” (1971) e “Rugantino” (1973). Ne “L’emigrante”, Claudia Mori ha interpretato Rosita Flores e, per la pellicola, ha inciso la colonna sonora.

Nel 1974 ha inciso l’album “Fuori tempo” e nel 1975 ha recitato sia in “Yuppi du”, film diretto dal marito e in cui ha recitato la primogenita Rosita, sia in “Culastrisce nobile veneziano” come protagonista al fianco di Marcello Mastroianni, Lino Toffolo e Anna Miserocchi.

Nel 1977 è uscito l’album “È amore”, nel 1978 ha recitato nel film “Geppo il folle” (diretto da Celentano) nel ruolo di Gilda e nel 1979 ha preso parte al film “Linea di sangue”.

La bellissima ragazza in Adrian è una giovane Claudia Mori?

Dopo una piccola parentesi cinematografica nel 1980 con “La locandiera” (sempre al fianco del marito), Claudia Mori viene ospitata al Festival di Sanremo 1982 per presentare il brano “Non succederà più” che l’ha portata verso un’altra ondata di successo.

Nel 1983 è uscito il brano “Il principe”, nel 1984 ha pubblicato “Claudia canta Adriano” e nel 1985 è tornata sul palco dell’Ariston per cantare “Chiudi la porta” e ha recitato nel film “Joan Lui – Ma un giorno nel paese arrivo io di lunedì” (diretto da Celentano).

Gli anni ’90 l’hanno vista impegnata come conduttrice televisiva (per il programma “Dudu dudù” su Rai 2) e come amministratore delegato dell’etichetta discografica “Clan Celentano srl” (ha prodotto l’album “Mina Celentano” nel 1998).

Nel 1994 ha partecipato come concorrente al Festival di Sanremo con il brano “Se mi ami”.

Nel 2009 è uscito un album, “Claudia Mori Collection”, contenente tutti i suoi più grandi successi.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.