Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Regionali, sorpresa in Toscana: secondo i sondaggi Giani è davanti alla Ceccardi soltanto di mezzo punto

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 2 Set. 2020 alle 11:52 Aggiornato il 2 Set. 2020 alle 12:37
118
Immagine di copertina

Sondaggi politici elettorali, regionali Toscana: testa a testa tra Giani e Ceccardi

Mancano poco meno di 20 giorni alle elezioni Regionali che si terranno in Toscana e, secondo quanto rivelato dagli ultimi sondaggi politici elettorali realizzati da Winpoll-Cise per Il Sole 24 Ore, il risultato è più che mai incerto. Le rilevazioni, infatti, danno un testa a testa tra il candidato del centrosinistra Eugenio Giani e l’esponente del centrodestra Susanna Ceccardi. Si tratta di una vera e propria sorpresa dal momento che la Toscana è una regione tradizionalmente “rossa” che è stata sempre amministrata dal centrosinistra, motivo per cui nella “partita” delle Regionali, in programma il prossimo 20 e 21 settembre, veniva data già per conquistata dal Pd.

Elezioni regionali Toscana, il sondaggio Winpoll

Il sondaggio realizzato da Winpoll-Cise, però, cambia decisamente le carte in tavola. Secondo la rilevazione dell’istituto, infatti, il candidato del centrosinistra Eugenio Giani sarebbe in vantaggio di appena mezzo punto percentuale sulla sfidante Susanna Ceccardi. A Giani, infatti, viene assegnato il 43% dei consensi, mentre la candidata del centrodestra è accreditata al 42,5 per cento. L’aspirante governatrice del M5S Irene Galletti otterrebbe l’8,3 per cento, mentre tutti gli altri candidati governatori raccolgono complessivamente il 6,2%. Secondo il sondaggio, inoltre, con il 24,1% la Lega sarebbe il primo partito in Toscana, mentre il Pd è dato dietro il Carroccio con il 22,6 per cento. Buona anche la performance di Fratelli d’Italia che il sondaggio accredita all’11,8%, mentre a Italia Viva, che in Toscana sostiene il candidato del centrosinistra a differenza di altre Regioni dove ha presentato un suo aspirante governatore, viene assegnato il 5,7 per cento. Il Movimento 5 Stelle, invece, otterrebbe l’8,3 per cento.

Secondo gli analisti, a pesare sul voto in Toscana vi sono essenzialmente due fattori. Il primo è l’avanzata del centrodestra nella Regione, che era emersa già alle Europee del 2019 quando vi fu un vero e proprio boom della Lega di Matteo Salvini e di Fratelli d’Italia. Il secondo riguarda il candidato del centrosinistra Giani che, secondo gli esperti, presenta diversi punti deboli. L’aspirante governatore non è uscente (a differenza di Stefano Bonaccini in Emilia-Romagna) e quindi non può sfruttare il giudizio dei toscani sul suo operato, che anzi non lo conoscono, e non ha un profilo capace di attrarre gli elettori provenienti da M5S e dalla sinistra radicale. La partita, dunque, è più che mai aperta.

Leggi anche: 1. Tutti i sondaggi  / 2. I sondaggi sulla Lega / 3. I sondaggi sul Pd / 4. I sondaggi sul M5S

5. Sondaggi politici elettorali oggi 25 agosto 2020: il Pd ora trema, in Toscana è testa a testa tra Giani e Ceccardi / 6. Toscana, dopo 30 anni alle regionali torna il simbolo del Pci / 7. Regionali, niente alleanze col M5s. Ora per il Pd è rischio disfatta: può regalare tre regioni a Salvini / 8. Sondaggi, ribaltone in Toscana: il ”No” è in testa al referendum sul taglio dei parlamentari

118
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.