Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Google Camp in Sicilia, i vip invitati a parlare di clima arrivano a bordo di vetture inquinanti

Le celebrità invitate all'incontro sui cambiamenti climatici non fanno molto per proteggere l'ambiente: 114 jet privati attesi a Selinunte

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 31 Lug. 2019 alle 17:25 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 03:08
3
Immagine di copertina

Google Camp in Sicilia: si parla di clima

I fondatori di Google hanno organizzato a Selinunte, in Sicilia, il tradizionale Google Camp, summit internazionale che attrae ogni anno i vip più ricchi e famosi del mondo.

Tra le celebrità ospiti dell’edizione 2019 dell’incontro, Barack Obama, il principe William, Kate Middleton, Mark Zuckerberg, il cantante Harry Styles e attori come Leonardo Di Caprio, George Clooney e Orlando Bloom. E ancora, i fondatori di Netflix, Diane von Fustenberg e Barry Dille, proprietario di Tripadvisor ed Expedia.

Tra i vip nostrani, il cuoco Massimo Bottura, John Elkann e il fratello Lapo.

Il tema principale dell’incontro di quest’anno sarà il clima, e fino al 4 agosto gli ospiti del gigante di internet statunitense parleranno dell’urgenza di combattere i cambiamenti climatici.

Eppure, nessuno di loro sembra aver badato troppo all’ambiente per raggiungere il borgo marinaro di Marinella di Selinunte e l’esclusivo Resort Verdura di Sciacca, dove alloggiano, in provincia di Agrigento.

I Jet

Secondo quanto dichiarato dallo staff dell’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino, meta principale di approdo dei vip attesi al Google camp in Sicilia, oltre 114 jet atterreranno in pista fino al 4 agosto prossimo, disperdendo nell’aria circa 100mila chilogrammi di CO2.

“Il Google Camp dovrebbe essere un luogo in cui le persone più influenti del mondo s’incontrano per discutere su come rendere il mondo un posto migliore”, ha dichiarato uno dei partecipanti abituali a una rivista statunitense che segue l’evento.

“Al summit si discuterà sicuramente di privacy online, politica, diritti umani e, ovviamente, di clima, il che rende tutto molto ironico considerando che l’evento ha smosso circa 114 jet privati per essere realizzato”, continua la fonte.

E le contraddizioni non si limitano all’utilizzo di jet.

Gli yacht e le auto

Secondo alcune fonti presenti al Google camp, Orlando Bloom e Barry Diller sarebbero arrivati a Selinunte sul loro enorme yacht da 200 milioni di dollari, che ha entrambe le vele e due motori diesel da 2.300 cavalli.

Anche il fondatore del distributore cinematografico miliardario Dreamworks, David Geffen, avrebbe utilizzato il suo yacht da 400 milioni di dollari per raggiungere la località marittima, lo stesso utilizzato per dare un passaggio a Katy Perry. E la cantante americana, che nel frattempo ha realizzato un video per l’Unicef sui cambiamenti climatici, sarebbe stata vista nei dintorni del Verdura Resort a bordo di un Suv Maserati.

Insomma, i super vip del Google summit sono accorsi in massa al vertice internazionale sul clima, ma non sembrano prendere troppo seriamente l’impegno sui cambiamenti climatici perché con le loro abitudini contribuiscono a peggiorarli.

Leonardo Di Caprio nella bufera: “Non vuole lavorare con le donne”

3
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.